Tutto Cialde
Tutto Cialde
Tutto Cialde

Strip banner rotator

INVERNIZZI

BCC

AVIS

“Camminata della salute”: Lecco in marcia per la prevenzione

di i.l.

camminata amicizia (1)

Da sinistra Chiara Scaccabarozzi, responsabile della stroke-unit dell’ospedale di Lecco, Patrizia Monti, direttore sanitario dell’azienda ospedaliera, Andrea Salmaggi, direttore del dipartimento di Neuroscienze dell’azienda ospedaliera di Lecco, Antonio Curti responsabile comunicazione dell’ospedale di Lecco, Franco Tortorella, responsabile del servizio di medicina preventiva dell’Asl di Lecco.

 

LECCO – Una camminata per prevenire l’ictus, è questo l’obiettivo della “Camminata della salute”  organizzata dall’azienda ospedaliera di Lecco in collaborazione con l’associazione A.L.I.Ce (Associazione per la lotta all’Ictus celebrale) , con l’Asl di Lecco e con il Rotary Club, presentata giovedì pomeriggio nella palazzina amministrativa dell’ospedale “Manzoni”.

“La ragione principale per cui abbiamo pensato a questa camminata è stata la prevenzione dell’Icuts – spiega Andrea Salmaggi, direttore del Dipartimento di Neuroscienze dell’Azienda Ospedaliera di Lecco – L’Ictus è una malattia molto frequente, basti pensare che in Italia ci sono, ogni anno, circa 120mila nuovi casi , 700 circa solo nelle nostre strutture. L’ictus è dovuto a un restringimento della arterie, a causa di un trombo o di un embolia, oppure a un’emorragia che avviene nel cervello. I sintomi più comuni sono: perdita di forza o sensibilità, difficoltà nel mantenere l’equilibrio, confusione o disturbo nella parola, difficoltà nel vedere e cefalea violenta, se compaiono questi sintomi non si deve perdere tempo e chiamare immediatamente  il 118. Il miglior modo per prevenire l’Ictus – continua Salmaggi – consiste nel condurre uno stile di vita sano e corretto, quindi: non fumare, non eccedere con l’alcol, controllare la pressione, mangiare sano, dimagrire nei casi di peso eccessivo, sottoporsi a controlli periodici, assumere regolarmente i farmaci prescritti, ma soprattutto, svolgere attività fisica, e proprio quest’ultimo modalità di prevenzione ci ha spinti a organizzare questa camminata”.

Il percorso della camminata

Il percorso della camminata

“La camminata, in programma domenica 19 aprile alle ore 10.00 – spiega la dottoressa Chiara Scaccabarozzi , neurologa responsabile dello Stroke unit – partirà da via Massimo Brodolini, di fronte al Palataurus. Il percorso si svolgerà ad anello: il primo tratto avverrà da via Brodolini al camping Rivabella, poi si tornerà indietro fino al Ponte Azzone Visconti, dove invertiremo ancora una volta la marcia per  ritornare al punto di partenza in via Brodolini. Alla camminata saranno presenti anche gli studenti di Scienze infermieristiche, che misureranno la pressione arteriosa sia ai partecipanti che ai passanti. L’evento è stato pensato anche per “smuovere” le persone dalla solita vita sedentaria e come un punto di ritrovo per persone anziane che spesso vivono isolate”.

Molto entusiasta anche il dottor Franco Tortorella responsabile del servizio di medicina preventiva dell’Asl di Lecco, in particolare per la “grande collaborazione che si è creata tra la struttura ospedaliera e il territorio a lei circostante che sottolinea come l’interesse  da parte della classe medica, per quanto riguarda l’aspetto preventivo, stia salendo. L’attività fisica che è richiesta per la prevenzione dell’Ictus è alla portata di tutti, poiché prevede  un attività cardiovascolare regolare, quindi un esercizio fisico tranquillo, come ad esempio una semplice camminata, e non un’attività pesante e impegnativa come quella della palestra. Infine – conclude Tortorella- voglio ricordare che la sedentarietà è malattia, l’attività fisica è prevenzione; prevenzione che si può attuare a partire dai semplici gesti, come ad esempio parcheggiare la macchina più lontano dal negozio in cui si è diretti o, dove è possibile, fare  le scale anziché prendere l’ascensore”. 

La presentazione è stata conclusa dal direttore dell’azienda ospedaliera Patrizia Monti: “Tra le iniziative che la nostra azienda ospedaliera ha scelto quest’anno per sensibilizzare i dipendenti verso uno stile di vita migliore, vi sono la lotta contro il fumo e l’attività fisica: quindi coinvolgeremo anche i nostri dipendenti in questa iniziativa, anche se è orientata verso la popolazione. Per quanto riguarda, invece, il capitolo Ictus, l’impegno della neurologia di Lecco è molto sfaccettato: abbiamo pubblicato uno studio sulla medicina di genere, stiamo lavorando sulla prevenzione e sull’integrazione con la neuroradiologica rispetto all’opportunità di intervenire, anche in maniera meccanica sull’Ictus, quando fallisce la fibrinolisi. Quindi la neurologia di Lecco pone il suo impegno in ambiti multidimensionali, che spaziano dalla prevenzione alla riabilitazione, per cercare di migliorare ogni step del percorso del paziente”.

Gli organizzatori precisano che la partecipazione alla camminata è completamente libera e gratuita. E’ gradita la prenotazione telefonando al 335.6073278 dalle 16.00 alle 18.00 da lunedì al venerdì.

 

Print Friendly, PDF & Email

2 aprile 2015 — 18:50 / Attualità, Lecco, Sanità
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore