Tutto Cialde
Tutto Cialde
Tutto Cialde

Strip banner rotator

INVERNIZZI

BCC

AVIS

Centro e ponti vietati ai mezzi ‘super’ pesanti, analisi per stabilire le portate

LECCO – Il divieto risale allo scorso luglio, quando il Comune ha proibito il transito dei mezzi  superiori alle 44 tonnellate  anche sui ponti del Gerenzone a Malavedo e a San Giovanni, in via Oslavia (qui l’articolo) e con essi anche viale Dante, Piazza Manzoni, Viale Costituzione e Lungo Lario Isonzo sotto cui passa il Caldone.

Motivi di sicurezza, in via precauzionale, visto che ad oggi non si conosce la capacità di carico della strada e dei ponti sui principali torrenti cittadini. Almeno finora: l’amministrazione comunale sta pianificando le verifiche che a breve consentiranno di stabilirne l’effettiva portata.

“Nelle prossime settimane andremo ad assegnare l’incarico per effettuare le analisi diagnostiche, utili a stabilire la stabilità delle infrastrutture oggi interessate dal divieto – afferma l’assessore comunale Corrado Valsecchi –inizieremo proprio da viale della Costituzione, scendendo verso il lungolago, è un tratto di poche centinaia di metri che rappresenta un punto cruciale per la viabilità cittadina. Verifiche che verranno estese anche nella zona di Piazza Stoppani, anch’essa attraversata da un corso d’acqua sotterraneo”

Nel frattempo proprio ieri Anas ha annunciato nuove regole per il trasporto eccezionale lungo la Statale 36 “unico collegamento viario esistente tra le province di Sondrio e Monza, a seguito delle ordinanze del comune di Lecco”, scrive l’ente stradale (leggi qui).

Le operazioni di studio al di sotto della strada, in centro città

 

“Abbiamo preso queste misure per evitare che nella nostra città potessero accadere fatti come quello accaduto ad Annone. A conclusione delle verifiche – spiega l’assessore – sapremo se vi è la possibilità di rimuovere il divieto”.

Negli anni passati sul quel tratto, da viale Dante a viale Costituzione, erano stati effettuate delle opere di manutenzione alla soletta di copertura del torrente che una volta scorreva visibile verso il lago, mentre lo scorso anno un team del Politecnico aveva studiato i rischi idrologici legati al Caldone, con analisi anche sotto il manto stradale proprio in viale Costituzione

Print Friendly, PDF & Email

22 novembre 2017 — 09:07 / Attualità, Lecco
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore