Confcommercio Lecco
Confcommercio Lecco
Confcommercio Lecco

Strip banner rotator

INVERNIZZI

PROMESSI SPOSI

AVIS

Spaccio di droga. Il pusher della ‘Lecco-Ballabio’ torna in carcere

Il furgone dei cinofili lungo la Lecco Ballabio il giorno dell’arresto

 

BALLABIO – Si riaprono le porte del carcere per il giovane marocchino, Yousef Sila, classe 1997, arrestato nel marzo dello scorso anno dai carabinieri per spaccio di droga nei boschi sulla strada che sale ai Resinelli e quella per Morterone, condannato a 4 anni di pena e successivamente affidato, nel luglio di quest’anno, ad una comunità di recupero nel varesotto.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Lecco, nelle prime ore della mattinata di venerdì, lo hanno tratto in arresto in esecuzione di provvedimento dell’Ufficio del Magistrato di Sorveglianza di Varese che disponeva la revoca della misura dell’affidamento ai servizi sociali.

Nel corso però del servizio in prova alla comunità, i Carabinieri di Lecco hanno continuato a monitorare il soggetto, riuscendo a documentare come il giovane marocchino non avesse per nulla cambiato le precedenti abitudini, in violazione delle prescrizioni che gli erano state imposte

Droga, soldi e armi sequestrati ai pusher

 

L’arrestato è stato quindi portato pressa al penitenziario di Lecco, come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria.  I carabinieri, nel marzo del 2016,  lo avevano  tratto in arresto nella casa di Malavedo, affacciata a corso Monte San Gabriele, diventata il nascondiglio dei pusher: il giovane si era barricato in casa, con tanto di machete, e per entrare nell’appartamento i carabinieri hanno dovuto chiedere l’intervento dei Vigili del Fuoco per forzare la porta d’ingresso. Con lui era stato arrestato anche un 30enne di Ballabio mentre altri due soggetti stranieri clandestini hanno fatto perdere le loro tracce.

ARTICOLO PRECEDENTE – A Malavedo la tana dei pusher, a Ballabio lo spaccio

Print Friendly

6 ottobre 2017 — 14:27 / Cronaca, Lecco
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore