Tutto Cialde
Tutto Cialde
Tutto Cialde

Strip banner rotator

INVERNIZZI

BCC

AVIS

Costruttori verso l’assemblea. “Segnali positivi per l’edilizia”

Sergio Piazza, presidente di Ance Lecco Sondrio

 

LECCO – “Insieme per un nuovo sviluppo” è il titolo con cui ANCE Lecco Sondrio si presenta al proprio appuntamento annuale dell’assemblea dei soci, aperto, come tradizione, ai rappresentanti delle istituzioni dei territori delle due province, per lanciare un messaggio proiettato verso il futuro. A testimoniarlo è anche il sottotitolo pensato per l’evento: “Istituzioni, Associazione, imprese: un patto per il territorio”.

“In una fase economica in cui, finalmente, dopo un decennio di buio, cominciano ad intravvedersi alcuni segnali positivi, vogliamo cogliere questa occasione per rilanciare una collaborazione a più soggetti che abbia al centro lo sviluppo del nostro territorio. – spiega Sergio Piazza, presidente di ANCE Lecco Sondrio – Non possiamo perdere questo momento che può rappresentare, se ben gestito, un volàno per i prossimi anni”.

Ad intervenire su questo tema saranno il Presidente di Regione Lombardia, Roberto Maroni, e il Presidente dell’ANCI Lombardia, Virginio Brivio: “Regione Lombardia si è sempre mostrata in questi anni particolarmente attenta al tema della rigenerazione urbana, mostrandosi disponibili ad un dialogo con le nostre rappresentanze regionali per costruire un percorso con regole condivise. ANCI è un interlocutore di grande interesse: i Comuni sono i soggetti principali che sono chiamati, nel concreto, ad assumere provvedimenti e decisioni in grado di rendere un progetto realmente attuabile”.

La rigenerazione urbana è un tema caldo per i costruttori dell’ANCE: “Già ce ne siamo occupati in modo particolare due anni or sono. – continua Piazza – Se ne iniziava proprio allora a parlare e a sperimentare i primi interventi. Oggi i tempi sono maturi per darvi attuazione anche nei nostri territori. Abbiamo ampi brani del tessuto urbano che si presentano assolutamente obsoleti da ogni punto di vista: strutturale, energetico, dei servizi. Sono pezzi di città che richiedono di essere profondamente ripensati, nelle loro funzioni oltre che nella loro configurazione e identità, anche alla luce del modificarsi rapido delle vocazioni urbane, sotto la spinta dell’evoluzione economica. Una forte alleanza tra istituzioni, associazione e impresa diventa essenziale per ridare loro una nuova vita: il disegno deve essere condiviso e occorre costruire le condizioni perché sia concretamente percorribile”.

Ma vi è anche un’altra ragione che porta i costruttori a focalizzare la propria attenzione su questo tema: “La normativa, nazionale e regionale, si è indirizzata in questi anni in modo sempre più deciso verso il divieto al nuovo consumo di suolo. – conclude Piazza – Alla luce di questo orientamento, le nostre imprese sono andate ad acquisire nuove competenze per intervenire sull’esistente: se gli interventi di ristrutturazione e riqualificazione in questi anni, grazie anche agli incentivi del Governo, ci hanno consentito di resistere sul mercato, ora occorre andare oltre, innescando veri e propri interventi di rigenerazione urbana”.

L’appuntamento è presso la sala convegni ESPE di via Grandi, a Lecco, con inizio alle ore 18. Dopo l’introduzione del vice-presidente di ANCE Lecco Sondrio Gian Maria Castelli, è prevista la relazione del presidente Sergio Piazza. A seguire gli interventi di Virginio Brivio e Roberto Maroni. L’assemblea si concluderà con la premiazione delle aziende con oltre 40 anni di fedeltà associativa.

Nel frattempo deve ancora appianarsi la divergenza con i sindacati che si sono mobilitati per chiedere il rinnovo del contratto nazionale e che hanno già indetto uno sciopero per il prossimo 18 dicembre (qui l’articolo).

Print Friendly, PDF & Email

22 novembre 2017 — 09:44 / Economia
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore