Confcommercio Lecco
Confcommercio Lecco
Confcommercio Lecco

Strip banner rotator

INVERNIZZI

Promessi Sposi

FESTA CATTANEO

Lettera. “In treno, chi è onesto paga il supplemento…”

CALOZIO – Riceviamo e pubblichiamo quanto ci scrive un lettore:

“Buongiorno. Ho insegnato ai miei figli che bisogna sempre essere onesti… e invece ecco cosa succede: mia figlia, diciassettenne, mercoledì pomeriggio 12 aprile ore 16.30 si è recata in stazione a Calolziocorte per prendere il treno Calolzio-Lecco. Qui ha trovato la biglietteria chiusa, il distributore automatico di biglietti era fuori uso… cosi, preoccupata per dover fare il biglietto per il treno, ha chiesto ad una signora dove potesse comprare il biglietto, la quale le ha indicato di chiedere al bar della stazione.

Qui la barista le ha detto che non vendevano biglietti del treno, suggerendole di farlo direttamente sul treno. Mia figlia salita sul treno, ha “subito”cercato il controllore. C’erano tre persone in “divisa”, mia figlia chiede “dovrei fare il biglietto” e uno, il più anziano: “lo sai che ti devo far pagare il supplemento?” Mia figlia risponde: “mi scusi ma in stazione la biglietteria era chiusa ed al bar mi hanno detto che dovevo farlo sul treno” e lui risponde: “impossibile” e chiede: “e la macchinetta?” E l’altro controllore, più giovane: “no qua a Calolzio è disabilitata, comunque saranno mesi che qualcuno non viene a cercarmi per dire che deve fare il biglietto”, ha affermato in modo sorpreso.

Frase al quanto sconvolgente, sappiamo bene che molti viaggiano senza biglietto… Senza aggiungere altro il controllore più anziano ha stampato il biglietto a mia figlia dicendole: “sono € 6,00″ che ha regolarmente pagato. Da notare che il biglietto Calolzio/Lecco costa € 1,80… inoltre mia figlia mi ha riferito che il controllore poi non è nemmeno passato a controllare i biglietti dei viaggiatori. Allora mi chiedo ma come possiamo insegnare ai nostri figli che bisogna essere onesti, quando chi è furbo e disonesto viaggia gratis e chi è onesto viene sanzionato??”

Vorrei tanto che in Italia le regole fossero giuste e non al contrario… chiedo alle ferrovie di riprendere gli addetti che mercoledì erano in servizio sul Calolzio -Lecco. Bisogna sanzionare chi viaggia senza biglietto e premiare chi invece è onesto”.

Grazie

Print Friendly

18 aprile 2017 — 17:57 / Calolziese, Lettere
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore