Confcommercio Corsi 2018
Confcommercio Corsi 2018
Confcommercio Corsi 2018

Strip banner rotator

INVERNIZZI

Promessi Sposi

AVIS

Al via il concorso “4 Allievi per 4 Piatti”. 1^ tappa al Fumagalli di Casatenovo

 

Bonacina_Levati_Palaguaghi_Fumagalli

 

CASATENOVO – È iniziata la seconda edizione del concorso “4 Allievi per 4 Piatti” organizzato dall’Associazione Cuochi di Lecco in collaborazione con i quattro istituti professionali di cucina della provincia di Lecco: Centro Formazione Professionale Alberghiero di Casargo, Centro Formativo Professionale Aldo Moro di Valmadrera e Istituto Professionale di Stato Graziella Fumagalli di Casatenovo e Fondazione Luigi Clerici di Merate.

 

DiBella_Bonacina_Levati_Palaguaghi_Fumagalli

 

Invariato il regolamento: 4 allievi di ogni scuola sono chiamati a preparare un menù completo, ognuno di loro si concentrerà su una sola portata: antipasto, primo, secondo e dolce. Al termine della sfida verrà premiata la miglior scuola e il miglior piatto in concorso.

 

Rossi_Castelli_DiBella_Venuti_Prandi_Villa

 

Giudici della sfida sono il presidente dell’Associazione Cuochi di Lecco Vincenzo Di Bella (ideatore del concorso), gli chef Claudio Prandi, Ferruccio Castelli e Massimo Venuti con loro il giornalista Stefano Cassinelli de Il Giorno e il nostro direttore Lorenzo Colombo.

“Possiamo ritenerci soddisfatti ancora prima di cominciare – ha dichiarato il presidente Di Bella – perchè quest’anno abbiamo in gara tutti e quattro gli istituti alberghieri della provincia. Lo scorso anno mancava l’istituto Clerici di Merate quest’anno in gara. Da subito abbiamo trovato grande entusiasmo sia da parte dei docenti che degli allievi”. Un’idea che piace e non sono solo i protagonisti a dirlo, infatti da altre province sono giunte richieste di informazione sul concorso. “Come Associazione Cuochi – prosegue Di Bella – abbiamo siamo stati contattati da altre province interessate ad avere il nostro regolamento perchè interessate a questa iniziativa. Un motivo di orgoglio per la nostra realtà che potrebbe fare da apripista ad un’iniziativa che in futuro potrà avere successo anche in altre province”.

Passando alla sfida, la giuria, oggi, venerdì, ha fatto tappa all’Istituto Graziella Fumagalli di Casatenovo dove hanno giudicato i primi quattro allievi concorrenti:

 

Silvia Fumagalli_tortino_polenta (7)

Silvia Fumagalli

 

Silvia Fumagalli (4D – indirizzo enogastronomico opzione prodotti dolciari) ha preparato come antipasto un “tortino di polenta con salame e taleggio”.

 

Raquel_Palaguaghi_tortino_pasta_uovo (1)

Raquel Palaguaghi

 

Raquel Palaguaghi (4C – indirizzo enogastronomico opzione cucina) come primo ha portato ai giudici un “tortino di pasta all’uovo ripieno di zucca Casatese e prosciutto d’Oggiono in salsa di caprino.

 

Roberta Levati_turbante_trota (3)

Roberta Levati

 

Quindi, il secondo piatto è stato cucinato da Roberta Levati (4C – indirizzo enogastronomico opzione cucina): un “turbante di trota salmonata in crosta su sedano marinato, salsa allo zafferano e verza Casatese croccante.

 

Simone Bonacina_semifreddo (02)

Simone Bonacina

 

Infine, Simone Bonacina (4D – indirizzo enogastronomico opzione prodotti dolciari) ha portato intavola il suo “semifreddo al miele e alle castagne su cialda di grano saraceno e coulis ai frutti di bosco.

Presenti in sala anche i compagni dei quattro allievi in gara accompagnati dai rispettivi docenti i professori Andrea Rossi e Giuseppe Villa.


LA STORIA DI SAMIRA DIEBIRE

A margine della gara, degna di nota è la storia di Samira Diebire, classe 1998, nativa del Burkina Faso, approdata alla pasticceria Vaccani di Oggiono per uno stage e rimasta, grazie alla sua preparazione e alla sua determinazione, con un contratto lavorativo di un anno.
samira_diebire (2)

Samira Diebire

“Sono felice per questo risultato – ci confessa Samira – il mio doveva essere solo una stage di tre settimana, poi i proprietari hanno deciso di farmi rimanere per sostituire un ragazzo che era andato in ferie e successivamente la sorpresa che non mi sarei mai aspettata: un contratto annuale!”.
Samira, mentre porta avanti gli studi sta affiancando anche il lavoro: “Vado in pasticceria nei fine settimana, il sabato e la domenica, qualche pomeriggio e durante le vacanze occupandomi principalmente di piccola pasticceria. Inizialmente è stata dura, temevo di non farcela. Ho commesso qualche errore e sono stata prontamente e giustamente rimproverata, ma questo mi è servito per crescere e capire molte cose del mio lavoro e ora sono contenta”
E per quanto riguarda il futuro? “Questo non avrebbe dovuto nemmeno essere la mia professione, invece eccomi qua… devo dire che mi piace. Per quanto riguarda l’avvenire c’è tempo”

Prossima tappa lunedì 29 febbraio al Cfp Aldo Moro di Valmadrera.

La proclamazione e premiazione dei vincitori si svolgerà durante un evento organizzato appositamente per l’occasione dall’Associazione Cuochi di Lecco e Provincia, con data e luogo che verrà comunicato a breve.

 

PS: le immagini dei piatti in concorso che per regolamento non possono essere pubblicate prima della proclamazione dei vincitori troveranno spazio nell’articolo finale in occasione delle premiazioni.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

26 febbraio 2016 — 18:27 / Scuola
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore