Tutto Cialde
Tutto Cialde
Tutto Cialde

Strip banner rotator

INVERNIZZI

OPEL SALA

AD SENSE

Atletica. Andrea Rota e Marco Aondio vestono il tricolore

di Sandro Marongiu

La gioia di Andrea Rota e Marco Aondio

 

LANZADA- Ci hanno creduto e sperato e alla fine il sogno si è avverato, l’Atletica Lecco Colombo Costruzioni con Andrea Rota e Marco Aondio, ritornano da Lanzada (So) col titolo di campione italiano Allievi a staffetta di corsa in montagna.

Una trasferta iniziata in un sabato pomeriggio dove le temperature sfioravano i 30° la ricognizione sul percorso prima del convegno dove gli atleti e allenatori hanno potuto ascoltare le esperienze di Luca Del Curto responsabile regionale per la corsa in montagna, Paolo Germanetto responsabile della nazionale italiana che tanti successi sta raccogliendo in campo internazionale, Ivan Murada uno dei miglior interpreti per lo sci alpinismo e Renato Pasini olimpionico di sci nordico, in un abbinamento tra corsa in montagna, sci alpinismo e sci di fondo che ha tenuta alta l’attenzione dei presenti.

Le premiazioni degli allievi

 

Le prime ore di domenica mattina purtroppo hanno visto un forte temporale abbattersi sul comune Malenco ma col passare delle ore il cielo si è aperto e solo alle prime gare gli atleti hanno gareggiato sotto la pioggia. Partono prima le Ragazze seguite dai Ragazzi, tocca alle Cadette è già qua una formazione giallo blu è al via, parte Camilla Ratto Valsecchi e da il cambio in 12^ posizione alla compagna Anita Redi che la tiene fino al traguardo.

Nella gara Allieve sono Elisa Pastorelli e Nicole Acerboni a provare a salire sul podio, nella prima frazione sono schierate anche le individualiste in quanto la gara aveva valenza di selezione per i campionati mondiali di categoria in programma a Galliano al Capo al 24 giugno, Elisa arriva al cambio in 6^ posizione ma le prime tre si fermano non avendo la compagna, da dietro rinviene forte l’atleta di casa Katia Nana, campionessa italiana in carica e prova a rincorrere il titolo, supera la nostra Nicole Acerboni che scivola così al 4° posto che tiene però fino alla fine.

Le premiazioni delle allieve

 

Gara e titolo all’Atl Dolomiti Belluno in 34’29” seguite da Atl Saluzzo con 34’43” e Pol Albosaggia con 34’48”, per le nostre un buon 4° posto in 36’06”. Sale la tensione quando partono gli Allievi, due i giri da percorrere e i giallo blu schierano in prima frazione il campione italiano individuale Andrea Rota, al primo giro il lecchese passa assieme ad Alain Cavagna giovane talento della corsa in montagna della Valle Brembana che risolti alcuni problemi fisici è ritornato in piena efficienza, al cambio è l’orobico che si presenta per primo con 34” di vantaggio sul lecchese, nella successiva frazione Marco Aondio piano piano va a ricucire lo strappo e al primo giro passa l’avversario e si invola in solitaria verso il traguardo.

 

Tripudio di applausi dal numerosissimo pubblico assiepato lungo il percorso quando sul rettilineo finale il lecchese si presenta con margine rassicurante, alla fine il cronometro dice 45’18” per la coppia lecchese contro il 45’39” dell’Atl Monterosa Fogu Arnad e il 45’51” del Gs Csi Morbegno che da dietro hanno rimontato la Valle Brembana solo 4^ in 45’55”. Doppio 4° posto tra le società per l’Atl Lecco Colombo Costruzioni nella categoria Allievi/e mentre tra le cadette arriva l’11° posto.
Classifiche complete: http://www.fidal.it/risultati/2017/COD6539/Index.htm

 

Andrea Rota e Marco Aondio insieme a Sandro Marongiu

Print Friendly

5 giugno 2017 — 14:26 / Lecco, Sport
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore