Tutto Cialde
Tutto Cialde
Tutto Cialde

Strip banner rotator

INVERNIZZI

AUTOSIM RATTI

AVIS

Atletica. Michele Fontana sfonda il muro dei 14’ sui 5000 m

di S. Marongiu

 

NINOVE-  Meeting internazionale i per il valsassinese Michele Fontana impegnato sulla distanza dei 5000m nella manifestazione che si è disputata in Belgio con obiettivo migliorare il crono fin qui ottenuto in questo inizio di stagione che ha visto la rinascita agonistica dopo il lungo stop per un intervento di rimozione di un frammento osseo da entrambi i piedi.

Una ripresa iniziata con la vittoria sui 3000m di Sondrio il 24 maggio con 8’23”00, tempo relativamente alto per un atleta del suo calibro ma dopo il lungo stop forzato, significava la luce in fondo al tunnel, dopo questo primo assaggio ancora in pista questa volta sui 5000m a Ponzano dove ferma il cronometro a 14’18”81. Ancora in pista al 16 giugno a Conegliano per un altro 3000m e questa volta il cronometro dice 8’16”81 con un piccolo passo in avanti rispetto all’esordio, il 1 luglio è in gara sui 5000m ai campionati italiani Assoluti di Trieste, una gara strana partita al piccolo trotto e con fuochi d’artificio nei km finali, Michele che non riesce a tenere il treno dei più forti e conclude in 14’26”93.

Di nuovo in pista a Nembro il 7 luglio, ancora un 3000m nella pista che nel 2013 lo vide protagonista di una gara entusiasmante conclusa col primato personale di 8’01”84, una serata in cui davanti vanno forte e Michele fatica ma prova a restare in scia, alla fine con un finale in crescendo recupera molte posizioni e conclude in 8’09”38 non lontano dal suo miglior crono.

Ma è la scorsa settimana che finalmente il cronometro ritorna a dare il sorriso al 27enne di Pasturo, il 5000m di Ninove lo vede tra i protagonisti e alla fine arriva un 4° posto ma quel che più conta il nuovo personal best di 13’58”81, abbattuti il muro dei 14’ e miglioramento di quasi 6” rispetto al tempo ottenuto nel 2013. Un Michele euforico quello che affida alla sua pagina Facebook tutta la sua gioia:

13.58 Personal Best! Dopo 4 anni difficili sono veramente felicissimo. Grazie all’Aeronautica e ai miei responsabili per aver sempre creduto in me! Grazie al mio allenatore Andrea Bello che mi ha trasmesso entusiasmo e passione. Grazie alla mia famiglia e ai miei amici che mi hanno sempre supportato e sopportato.   Grazie alla dott. Ferrario per avermi dato una seconda opportunità.. e con lei Chiara, Matteo, Stefano , Pier e Tio per avermi coccolato quotidianamente. Grazie ad Affari&sport e Mizuno per aver creduto in me! E in ultimo grazie alla mia metà che mi ha aiutato a ritrovarmi anche quando tutto mi sembrava troppo difficile è impossibile senza di te non ce l’avrei mai fatta! Scusatemi ma sentivo doverosi questi ringraziamenti.. in questi anni ho capito che la corsa è uno sport individuale, ma non si è mai soli ed è bello correre per noi stessi ma anche per le persone che ci vogliono bene!”

Print Friendly, PDF & Email

17 luglio 2017 — 15:19 / Sport
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore