Confcommercio Lecco
Confcommercio Lecco
Confcommercio Lecco

Strip banner rotator

INVERNIZZI

PROMESSI SPOSI

AVIS

C… siamo! E Mandello torna alla vittoria

di Matteo Mastragostino

LECCO – Triplice vittoria per le compagini di serie Cdil. Calolzio e Lierna difendono il fortino dagli assalti di Bollate e Cernusco. Olginate sbanca il sempre ostico campo di Lesmo, vincendo la seconda partita di fila ai tempi supplementari. In serie Dreg si sblocca Mandello – dopo tre sconfitte consecutive – mentre Vercurago cede in casa contro i Rhinos Robbiate.


Calolziocorte.
Anche la pur volitiva Bollate, in cerca di punti per migliorare una classifica traballante, deve assaggiare la cura Carpe Diem, offerta gentilmente al PalaButta dai ragazzi del presidente Brini.
Calolzio sfrutta l’elasticità di Cesana – 10 punti nel primo quarto e 18 totali – per scappare subito via e chiudere i primi dieci minuti sopra 26-15. La macchina da canestri lecchese subisce però un insospettabile inceppamento, permettendo agli ospiti di rientrare sul 20-26. Coach Bertari ferma tutto e, dopo aver rifiatato, Calolzio torna in campo più convinta. Un parziale di 13-4 – con due triple di Amadio – consente ai locali di andare al riposo su un rassicurante vantaggio di 47-28.
La musica del secondo tempo non cambia: Calolzio distratta permette una lieve rimonta, subito stoppata dall’autorità di Bertari. Ritrovata concentrazione e ritmo la Carpe Diem allarga piano piano il divario, mandando in campo anche il giovane Rusconi. Il punteggio finale di 82-55 non lascia spazio a recriminazioni.


Lierna.
Lierna, in versione “ospedale da campo” – out Vismara e Pogliaghi, Fiorendi in panca ma senza entrare e Castoldi che gioca solo il primo quarto a causa di un problema rimediato l’allenamento precedente – riesce a vincere una partita ostica contro la Libertas Cernusco, squadra che lotta per non retrocedere.
Cavalcando un immarcabile Ballarate – ne scriverà 27 alla fine – i laghéé partono col piede sull’acceleratore e fuggono sul 20-5. Dopo il time out Cernusco aggiusta un po’ la situazione e riesce a mettere qualche pezza, chiudendo il primo tempo sotto di una decina.
I biancorossi decidono di chiudere la partita nel secondo tempo, sfruttando il talento di Molteni e la verve offensiva di Diego Tavola, che finirà il match a quota 19. Lierna scava fino a venti punti di margine grazie a una difesa a uomo molto tenace e rallenta nel finale, consentendo a Cernusco di limitare i danni. Il punteggio finale vedrà i lecchesi vincere 80-66.

 

Olginate. Seconda vittoria consecutiva per la NPO Olginate. Dopo aver respinto, con una rimonta clamorosa, l’assalto di Cernusco settimana scorsa, i ragazzi di Marzio Puglisi sono andati a violare il campo di Lesmo, squadra che occupa l’ultima posizione in classifica proprio con la suddetta Libertas.
Olginate parte aggressiva in difesa ma balbettante in attacco, forzando troppo e girando male il pallone. La partita si gioca sul filo dell’equilibrio sino a che, nell’ultima frazione, Lesmo allunga di quasi una decina di punti. A 30 secondi dalla fine Lesmo è sopra ancora di quattro lunghezze ma Olginate ha Todeschini – 27 punti, massimo stagionale – in serata All Star. L’ex play di Lierna prima ruba la palla e appoggia il meno due in lay up, poi – dopo una persa dei milanesi – segna di tabella il canestro dei supplementari.
Nell’over time lo spauracchio Ghezzi – 22 punti – si spegne e la NPO, sulla spinta emotiva della rimonta, chiude vincendo 78-72.

 

Mandello. Dopo tre sconfitte consecutive la Pol. Mandello gestione Cristian Testa può finalmente brindare al primo foglietto rosa, ottenuto sul campo di Senna Comasco.
Nonostante le assenze di Riccardo Motta e Andrea Rusconi, e l’uscita per una frattura al naso di Fabio Panzeri, la squadra lariana ottiene un successo importantissimo per ritrovare un po’ di morale. Gli arancioblu vincono il primo quarto e tengono un margine di vantaggio attorno alla decina nel secondo, prima di farsi recuperare e andare al riposo sul 38-34.
Nel secondo tempo Senna si gioca la carta della zona, sfruttando le basse percentuali lariane. Il terzo quarto – finito 9-8 per i locali – non entrerà nella storia della pallacanestro. Nell’ultima frazione però Mandello aggiusta la mira e porta a casa una vittoria meritata.

 

Vercurago. Cade ancora in casa la ADB Vercurago, che non riesce a dare seguito alla bella prestazione di settimana scorsa, valsa il clamoroso upset sul campo di Morbegno. La partenza sprint dei padroni di casa – 13-2 dopo soli 4 minuti – illude il pubblico locale, prima che Moscatelli – miglior marcatore a quota 26 punti – si metta al lavoro e ricucia lo strappo, portando al riposo Robbiate avanti di due punti sul 38-36.
Nel secondo tempo non cambia la situazione di stallo sino a che un tecnico affibbiato alla panchina dei coguari dà il via a un parziale di 7-0 per i brianzoli. Vercurago produce l’ultimo sforzo ricucendo con Lanfranchi – 22 a referto – e Comi, impattando la partita a un minuto dalla fine. Robbiate non perde la calma e infila con Indraccolo la bomba della staffa, vincendo il match sul 74-70.

Print Friendly

24 marzo 2013 — 23:53 / Sport
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore