Tutto Cialde
Tutto Cialde
Tutto Cialde

Strip banner rotator

INVERNIZZI

AVIS

AD SENSE

Giir di Mont Open. Vincono Invernizzi e Benedetti: domina il Team Pasturo

di Lorenzo Colombo

Davide Invernizzi (Team Pasturo) vincitore del Giir di Mont Open

 

PREMANA – E’ Davide Invernizzi il vincitore del Giir di Mont Open 2017 quest’anno abbinato alla gara del Campionato Mondiale di Corsa in Montagna. E’ l’atleta del Team Pasturo Asd a tagliare per primo il traguardo macinando i 32 km e 2400 metri di dislivello con il tempo di 3h 31’02”. “Nell’ultimo mese mi sono concentrato su questo appuntamento – ha dichiarato a fine gara – Mi sono allenato parecchio perchè volevo fare bene… ho vinto. Per me è una grande emozione”.
Al secondo posto Marco Moletto dell’Applerun Team che ha chiuso in 3h 35’28”, mentre al terzo posto Georg Piazza (3h 37’39”).

Debora Benedetti (Team Pasturo) prima nella gara in rosa del Giir di Mont Open

 

Nella gara femminile, dominio della valsassinese Debora Benedetti (Team Pasturo) che ha stoppato le lancette del cronometro sul tempo di 4h 37’41”. Al secondo posto Martina Brambilla del Carvico Skyrunning che ha chiuso in 4h 40’13”, quindi terza Lorenza Combi del GP Santi Nuova Olonio (4h 48’43”).

Circa quattrocento gli atleti al via che si sono dati battaglia lungo il faticoso tracciato che li ha condotti da Premana all’Alpe Chiarino, quindi giù verso l’Alpe Forno per poi risalire fino alla Bocchetta del Larec (2063 m – Gp della Montagna), quindi di nuovo in picchiata verso l’Alpe Rasga passando per Fraina e Capreccolo e poi di nuovo su, per l’ultima faticosa salita che transita da Domant, Premaniga, Solino e poi Deleguaggio da dove inizia l’ultima discesa che conduce al traguardo in piazza a Premana.

Il senatore Fausto Rizzi, all’arrivo del 19° Giir di Mont, 4° assoluto

 

Menzione a parte (meritatissima) per il senatore di Premana, Fausto Rizzi, al suo 19° Giir di Mont, unico atleta ad averli portati a termine tutti da quando, nel 1999, è stata ripristinata la competizione dopo una pausa di 10 anni (edizioni precedenti 1961 – ’62 – ’63 – ’64 – ’65 – ’89).
Rizzi, tra due ali di folla, ha tagliato il traguardo con le mani sul volto mentre è esploso, tutto per lui, un lunghissimo applauso per la grande performance ( con il tempo di 3h 42’03”), ma anche un applauso che è stato un corale riconoscimento a questo grande atleta che nel corso degli anni ha mostrato grinta, determinazione, gambe forti e soprattutto un cuore grande.
Al traguardo, alla domanda: ci si rivede l’anno venturo? Il 42enne di Premana ha risposto: “Se sarò in forma sicuramente”… dopo la gara di oggi, impossibile pensare di non vederlo ai nastri di partenza.

Come sempre Giir di Mont significa anche tifo e pubblico, altro vero protagonista di giornata. In tantissimi, nonostante la minaccia del maltempo, si sono assiepati lungo il percorso e al traguardo in piazza della chiesa. A proposito di meteo, a Premana hanno dimostrato di saper “governare” anche quello: partenza all’asciutto e arrivo con il sole che ha fatto capolino tra le nuvole; pioggia a tratti durante la gara ma senza il temuto temporale e, l’atteso tempaccio è arrivato sì, ma solamente quando in palestra si stavano svolgendo le premiazioni.

Cala così il sipario sul doppio week end di grande sport: Giir di Mont e doppio appuntamento mondiale, con Premana che ne esce vincitrice e capace di scrivere una grande pagina di storia sportiva e non solo. Chapeau!

CLASSIFICA GIIR DI MONT OPEN MASCHILE
CLASSIFICA GIIR DI MONT OPEN FEMMINILE

La partenza del Giir di Mont gara Open

Print Friendly

6 agosto 2017 — 15:38 / Sport, Valsassina
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore