Tutto Cialde
Tutto Cialde
Tutto Cialde

Strip banner rotator

Confindustria

Avis

Appello dice addio all’Isola viscontea: “Ci resta l’orgoglio”

di C.Franci

 Isola Viscontea

 

LECCO – Un’avventura di quasi 4 anni quella dei volontari di Appello per Lecco sull’Isola Viscontea: era infatti il 3 marzo 2011 quando l’associazione prendeva le chiavi dalla proprietà col quale aveva firmato un contratto, impegnandosi nella gestione dell’Isola fino al 31 dicembre 2014. A poco più di un mese dalla scadenza, l’amara notizia: per Appello per Lecco la (fantastica) storia sull’Isola Viscontea finisce qui.

Corrado Valsecchi

Corrado Valsecchi

Una decisione sofferta, ma inevitabile, come ha spiegato il portavoce dell’Associazione Corrado Valsecchi di fronte ai numerosi volontari durante l’assemblea di ieri sera (lunedì) con il direttivo allargato, visto l’incrinarsi dei rapporti con la società proprietaria dell’Isola, Isola Viscontea Sas. Nel pomeriggio di sabato 15 novembre il legale rappresentante della proprietà Dott. Piero Guerrera era intervenuto con una lettera indirizzata alla stampa, dichiarando “indignazione” nei confronti di  Appello per Lecco, per aver fatto filtrare tramite il social network di Facebook notizie circa i rapporti contrattuali tra l’associazione e la proprietà (vedi articolo). Una stoccata pesante, per tutta l’Associazione, dai rappresentanti ai volontari, che nella trasparenza e nella socializzazione delle loro azioni hanno sempre creduto fermamente: “In quasi 4 anni noi di Appello per Lecco non abbiamo mai tenuto segreto niente di quello che abbiamo fatto – ha dichiarato Valsecchi – la nostra è un’iniziativa ad evidenza pubblica, è giusto che la gente sappia cosa succede, è giusto che chi ha lavorato su quell’Isola per renderla quello che è oggi, un piccolo gioiello, sia a conoscenza degli eventi”. Eventi che sono stati ripercorsi proprio durante l’assemblea, partendo dall’inizio della storia, con la sottoscrizione dei due protocolli che hanno siglato nel febbraio 2011 l’impegno da parte di Appello per Lecco di prendere l’Isola in gestione, fino all’incontro avvenuto due settimane fa tra la proprietà Isola Viscontea Sas e l’Associazione.

isola viscontea cinema (1)

Cinema all’aperto, una delle numerose iniziative proposte da Appello per Lecco sull’Isola Viscontea

Due i termini contrattuali firmati liberamente dall’associazione presieduta da Rinaldo Zanini: un comodato relativo all’immobile con scadenza 31 dicembre 2014, col quale Appello per Lecco si impegnava a proprie spese a sistemare il bene, ristrutturando l’immobile, provvedendo alla messa a norma della recinzione esistente e creando un collegamento dalla terra ferma, e un preliminare di compravendita di partecipazioni sociali dell’Isola Viscontea Sas.

Ambrosoli Isola Viscontea 10-02-13 (14)

Sull’Isola Viscontea, nel febbraio 2013, anche Umberto Ambrosoli

È sempre Valsecchi a raccontare: “Tutti noi sappiamo le migliaia di ore di lavoro che sono state investite sull’Isola, per renderla quello che è oggi: visibile, con un giardino curato, con quella barchetta, che grazie a quella carrucola ha portato sull’Isola in questi 4 anni 35 mila visitatori, attratti dal nostro stesso entusiasmo.  E tutto senza chiedere un centesimo. Ad essere più problematico è stato il discorso di ristrutturazione dell’immobile: tra analisi preliminari, rilievi, misurazioni, trattative, norme, abbiamo ottenuto dalla Sopraintendenza l’autorizzazione a procedere solamente nell’ottobre 2014. Durante la riunione con la proprietà, ci è stato detto che siamo stati inadempienti: il che, guardando i termini contrattuali, è vero. Ma è anche vero che abbiamo dovuto aspettare del tempo prima di avere il vincolo dalla Sopraintendenza.”

“A questo punto – ha proseguito Valsecchi – la proprietà ci ha chiesto di fare la nostra proposta: ne abbiamo avanzate due, la prima, comprare l’Isola per 900 mila euro, soldi che avremmo raccolto grazie alla disponibilità di alcuni soci. La seconda, dare alla proprietà 35 mila euro di anticipo e avere in cambio 3 anni di comodato d’uso fino al 2017, come stabilito nel protocollo: a gennaio l’idea era di partire con una nuova associazione, Amici dell’Isola, la cui missione primaria sarebbe stata quella di raccogliere fondi .” 1 milione e 800 mila euro il valore dell’Isola Viscontea stabilito dalla proprietà. Sulla pagina Facebook dell’Isola Viscontea e di Appello per Lecco la testimonianza di una volontaria (leggi qui), ricordata da Valsecchi: nel 1959 l’isola era stata venduta agli attuali proprietari per il valore di 16 milioni (di lire). “Se vuoi una cosa il suo valore è la passione che ci metti per averla” ha commentato Valsecchi, prima di proseguire con il racconto di quella traumatica riunione, di fronte ai suoi volontari, chiusi in un surreale silenzio: “Ascoltate le nostre due proposte la proprietà ha rilanciato: una diminuzione del comodato d’uso fino al 31 dicembre 2015, data entro il quale avremmo dovuto portare a termine l’opera di ristrutturazione dell’immobile e il versamento di una caparra, la cui cifra andava oltre la nostra proposta di 35 mila euro. La proposta è stata vagliata in seguito, poi è arrivata quella lettera, sabato pomeriggio, che ha fatto chiarezza sui rapporti tra l’associazione e la proprietà: la storia, almeno per il momento, finisce qui. Le condizioni non ci sono perché è venuto meno anche e soprattutto un sentimento di fiducia” ha concluso Valsecchi.

Albero Isola Viscontea_1

L’albero di Natale allestito nel giardino dell’Isola

Tra i volontari presenti a sdegno e tristezza si è affiancato un entusiasmo grintoso nel ricordare il bene fatto per l’Isola e per tutti i visitatori, grandi e piccoli, che sono rimasti incantati dalla sua bellezza: una bellezza riscoperta dai volontari di Appello per Lecco, che, come ha detto il presidente Zanini “hanno trasformato una boscaglia a malapena visibile nell’immagine della città”.

Così, il 19 dicembre l’Isola Viscontea vedrà l’ultima iniziativa realizzata dagli instancabili volontari di Appello per Lecco: la discesa del Babbo Natale con l’accensione dell’albero. Il dopo, rimane incerto.

“Usciamo da questa storia a testa alta – ha concluso Corrado Valsecchi, ringraziando vivamente i presenti e non solo – nonostante la caduta ci resta l’orgoglio di aver fatto vivere l’Isola per 4 anni.”

ARTICOLI CORRELATI

16 novembre – Isola Viscontea, Valsecchi “Sogniamo ancora l’isola pubblica”

15 novembre – Patatrac Isola Viscontea, la Proprietà indignata con Appello per Lecco

11 novembre – Clamoroso: Appello per Lecco potrebbe dire addio all’Isola Viscontea

 

 

Print Friendly, PDF & Email

18 novembre 2014 — 02:10 / Attualità, Lecco
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore