Tutto Cialde
Tutto Cialde
Tutto Cialde

Strip banner rotator

Confindustria

Avis

Calcio Lecco, Paolo Di Nunno è il nuovo proprietario

Da sinistra l’avvocatessa Denicia Mammone di Cormano e Paolo Di Nunno

 

LECCO – L’imprenditore brianzolo Paolo Di Nunno è il nuovo proprietario della Calcio Lecco. L’unica offerta presentata all’asta è stata sua.

Da sinistraAngelo Battazza e Paolo Di Nunno all’uscita dal colloquio con il giudice Colasanti presso il Tribunale di Lecco

 

E’ finito pochi minuti fa presso il Tribunale il colloquio con il giudice Dario Colasanti e il curatore fallimentare Mario Motta. Con Di Nunno anche Angelo Battazza e l’avvocatessa Denicia Mammone di Cormano.

A colloquio ancora in corso l’addetto stampa pro tempore di Paolo di Nunno ha consegnato ai giornalisti presenti un foglio con gli intenti per la prossima stagione sportiva.

Paolo Di Nunno con Angelo Battazza (dietro)


Soddisfatto il suo commento
: “Lunedì si farà l’atto ufficiale, la Società diventa nostra. Abbiamo un programma molto importante – ha dichiarato – si partirà dalla formazione della squadra che dovrà avvenire adesso e non il 30 di agosto, poi si andrà in ritiro, a Lecco”.

Di Nunno ha quindi fatto un appello a tifosi e imprenditori del territorio: “Ai primi chiedo di fare i bravi durante le partite, non voglio casini negli stadi, nè multe. Aiutateci a sostenere la squadra tifando seriamente. Ai secondi chiedo di sostenere la Calcio Lecco: la squadra forte si fa con i soldi”.

Angelo Battazza al centro abbraccia felice Paolo Di Nunno e l’avvocatessa Denicia Mammone

 

“Devo ringraziare Angelo Battazza che mi ha trascinato in questa cosa, forse lo ha fatto per rovinarmi – ha scherzato quindi Di Nunno – ma sono contento di essere qui e di aver contribuito a salvare questa società e questa squadra. Ora pensiamo alla stagione e a creare una squadra forte, con giocatori motivati che non vendono le partite per 100 euro – ha proseguito – e che vadano d’accordo con mister e società. Penso e spero che le cose andranno bene, ma esigo rispetto dai giocatori, perchè li pago. Se non li pagassi capirei certi comportamenti, ma visto che non sarà così chiedo rispetto da parte loro”.

Presente anche il curatore fallimentare Mario Motta che ha dichiarato: “Sono sereno e soddisfatto perchè la Calcio Lecco si è ufficialmente salvata ed è nelle mani di un imprenditore capace”.

 

Print Friendly, PDF & Email

9 giugno 2017 — 09:20 / Attualità, Lecco, Sport
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore