Confcommercio Paghe Contabilità
Confcommercio Paghe Contabilità
Confcommercio Paghe Contabilità

Strip banner rotator

Lario Bergauto

AVIS

Calolzio. Riparte la stagione del giardino botanico di Villa de’ Ponti

CALOLZIOCORTE – Sabato 24 marzo si apre la stagione del giardino botanico. “I sabati del giardino” proseguiranno fino all’autunno con una programmazione mensile. Il Giardino Botanico di Villa de’ Ponti rappresenta un piccolo mondo, un polmone verde fra le mura della città di Calolziocorte, facilmente accessibile e raggiungibile anche quotidianamente dove è possibile osservare questi delicatissimi equilibri.

Il programma è ricco di iniziative per tutte le età e le inclinazioni: visite guidate per adulti e bambini, laboratori per famiglie, spettacoli e concerti, iniziative di lettura e poesie, incontri di cultura alimentate, workshop, passeggiate e…. non da ultimo la presentazione dei progetti realizzati dagli studenti dell’Istituto Rota in alternanza scuola lavoro.

Il Giardino Botanico di Villa De Ponti, situato a Calolziocorte in via Galli, 48/A, è un’istituzione culturale gestita direttamene dalla Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino, nonché un nodo costitutivo vitale dell’Ecomuseo della Valle San Martino, inserito nel progetto di educazione al patrimonio territoriale.

“Anche se in questi anni di crisi è stato difficile per la Comunità Montana mantenere e curare questa proprietà, con grande tenacia si è cercato di mantenere il Parco sempre vivo e vivace perché fa parte della comunità, della sua storia e conserva l’identità botanica, della Valle San Martino e non solo – ha detto il presidente della Comunità Montana Carlo Greppi -. Inoltre l’orientamento della Comunità Montana, sempre più convinto verso il coinvolgimento di soggetti differenti (i volontari del Club Amici del Giardino Botanico, un gruppo di ragazzi diversamente abili di Artimedia, l’inserimento di un lavoratore socialmente utile la realizzazione di interventi rivolti ai giovani dei progetti Culture Shock e Workstation, le associazioni culturali della Valle, un volontario in servizio civile) ha reso sempre di più il giardino botanico un museo di partecipazione”.

Dal 2017 è in essere anche una convezione con il Liceo delle Scienze Umane dell’Istituto Lorenzo Rota di Calolziocorte per l’attivazione di un percorso specifico e scientifico di alternanza scuola lavoro per un gruppo di 18 studenti. Gli stessi si ritrovano costantemente presso il Giardino e negli spazi all’interno della Villa De Ponti, seguiti da Martina Saccomani, operatore ambientale della Comunità Montana, e da Giulia Corti, tirocinante dell’Università degli Studi per sviluppare una serie di progetti (coordinamento scientifico di Gabriele Rinaldi): revisione dei cartellini identificativi delle collezioni botaniche, con aggiornamento dell’attuale inventario; creazione di un calendario/piano delle fioriture che permetta di tenere monitorata la continuità temporale, la durata annuale o stagionale delle fioriture all’interno del giardino permettendo di avere un quadro completo ed armonico della stessa; produzione di un erbario, inteso come strumento di raccolta e conservazione delle piante presenti al Giardino Botanico; realizzazione di un catalogo web contenente le diverse mappe del giardino (flora autoctona, piante rampicanti, grandi alberi, piante ornamentali, piante commestibili).

 

Print Friendly, PDF & Email

20 marzo 2018 — 16:09 / Attualità, Calolziese
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore