Strip banner rotator

Confindustria

Avis

Calolzio. Una buca e un rattoppo: ecco viale De Gasperi, ma non si riasfalterà

di D.S.

CALOLZIO – Una buca qua ed un rattoppo poco più in là, è così che si presenta viale De Gasperi a Calolzio, la strada che costeggia il lungo fiume Adda. Escludendo il tratto della tangenzialina, aperto a fine 2015, il resto dell’asfalto si presenta disconnesso, abbiamo percorso la strada a partire dal Monastero del Lavello, fino poi alla rotonda della frazione Pascolo. 

Cesare Valsecchi, il sindaco

 

“In primavera sono previste delle asfaltature, ma non è in programma il rifacimento di viale De Gasperi – chiarisce subito il primo cittadino Cesare Valsecchi – vedremo di sistemare alcuni punti, quelli messi peggio, rifare l’intero asfalto ha un costo troppo elevato, parliamo di 600/700 mila euro”. Non si tratterebbe, infatti, solo della posa dello strato più superficiale, ma “andrebbe sollevato tutto e rifatte le fondamenta” continua il sindaco, per il quale il costante passaggio dei mezzi pesanti, a cui è vietato transitare in centro, avrebbe accelerato l’usura dell’asfalto. “I soldi necessari non c’erano, in futuro, con l’entrata degli utili derivanti da Ausm Srl forse sarà possibile reperirli, e la prossima Amministrazione potrà decidere se agire in questo senso” spiega Valsecchi.

In primavera, comunque, si lavorerà per rimettere in sesto diverse vie calolziesi, “sicuramente il tratto fino alla rotonda di corso Dante” aggiunge il primo cittadino.

L’assessore alla viabilità Paolo Cola

 

“Chiaramente via Mazzini, via Padri Serviti e viale De Gasperi sono sotto pressione, il punto peggiore è dove si incrocia via dei sassi, con il cantiere della variante, è un intervento da fare, ma significherebbe impiegare 2 anni di budget di asfaltature e rifare solo quei tratti” conclude l’assessore alla viabilità Paolo Cola.

Print Friendly, PDF & Email

24 febbraio 2018 — 10:58 / Attualità, Calolziese
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore