Strip banner rotator

Confindustria

Adsense

Cambia il regolamento comunale: nuovi divieti e più tutele per gli animali

LECCO – Approda in Comune di Lecco il nuovo regolamento per la tutela ed il benessere degli animali: questo giovedì, le nuova regolamentazione comunale, frutto di un lungo lavoro tra le associazioni animaliste e il comune, coordinato dall’Assessore Ezio Venturini, sarà presentato ai consiglieri nell’apposita commissione.

Freccia 45, Pro Parco Nostri Amici Animali, Amici Villa Guzzi, Zampamica ed Enpa, coordinati da Susanna Chiesa, hanno lavorato per mesi a fianco dell’Assessorato all’Ambiente.

Tra le principali modifiche che verranno discusse rispetto al precedente regolamento approvato nel 2007 riguarderanno è previsto il divieto di detenzione degli animali a catena (già introdotto con una legge di Regione Lombardia) in terrazze o balconi per periodi prolungati o comunque incompatibili con il benessere psico-fisico dell’animale.

Il nuovo regolamento vuole anche vietare la pratica dell’accattonaggio mediante esibizione di animali, di destinare al commercio cani o gatti non identificati e non registrati in anagrafe o di età inferiore ai 90 giorni, stabilirà le modalità e gli obblighi di intervento nel caso di bocconi avvelenati.

Sarà inoltre previsto il divieto assoluto di abbandono sul territorio di specie alloctone, in particolare il divieto di liberare in corsi d’acqua, stagni, laghi e specchi d’acqua le tartarughe palustri esotiche; infine l’assoluto divieto di danneggiare o distruggere nidi di uccelli, con un incremento delle sanzioni che potranno giungere sino a 3.000 euro.

“Un valore aggiunto per la nostra città – ha commentato l’assessore Ezio Venturini – i grandi amici di tutte le associazioni che si sono adoperate in questi mesi in un corposo  lavoro per formulare un regolamento  per far sì che gli animali vengano  valorizzati, tutelati e soprattutto rispettati. Un ringraziamento, naturalmente con l’auspicio che questo non sia un punto di arrivo, ma il punto di partenza in una preziosa collaborazione  per futuri progetti.”

“Le modifiche si sono ritenute necessarie in quanto, negli ultimi 10 anni, si è assistito ad un notevole cambiamento culturale in materia di diritti animali – commenta Susanna Chiesa di Freccia 45, che aggiunge – Maggiore rispetto nei confronti delle altre forme di vita significa una più ampia coscienza e cultura. L’obiettivo di Freccia 45 è portare in Italia la consapevolezza ed il rispetto tipico dei paesi del nord Europa”.

L’ing. Luigi Mauri ricorda che “nel 2007 il Comune di Lecco, primo tra i Comuni della provincia si è dotato del Regolamento per la Tutela degli Animali. Ora nel 2018 si sta completando un percorso necessario e importante: integrare il Regolamento attuale in modo da recepire le esigenze di tutela degli animali emerse in questi anni e recepire nel contempo  le norme introdotte di recente dalla Regione Lombardia a partire  da una norma storica e fondamentale  per il benessere dei cani: il divieto della detenzione alla catena.”

Print Friendly, PDF & Email

16 aprile 2018 — 13:04 / Attualità, Lecco
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore