Confcommercio contabilità e paghe
Confcommercio contabilità e paghe
Confcommercio contabilità e paghe

Strip banner rotator

IGINIO

Lite sulla strada tra Lecco e Ballabio. Un lettore: “Attimi di pazzia”

 

BALLABIO – Riceviamo e pubblichiamo:

” Buongiorno, voglio comunque segnalarvi questa vicenda. Ieri pomeriggio dal tunnel che da Lecco porta in Valsassina ho assistito a una scena fuori dal normale. Mi stavo recando a Ballabio e davanti a me avevo una panda verde militare e subito davanti a questa un auto rossa.

Premetto che per me la questione non aveva modo di nascere…in ogni caso credo parta dall’uscita del tunnel di Lecco-ospedale e la prima galleria, dove c’è il restringimento della carreggiata a una corsia. L’auto rossa era sulla sinistra e la verde proveniva a gran velocità sulla corsia di destra tentando un sorpasso a destra.

Il conducente della rossa si è accorto di aver vicino l’altra auto ed è restato sulla zebratura in centro per far passare la panda verde, quest’ultima non ha completato il sorpasso sulla destra ma ha rallentato di poco e ha iniziato a suonare contro la rossa.

Personalmente pensavo fosse chiusa li…con la segnalazione di un eventuale pericolo da parte della verde e via. Invece proseguendo verso Ballabio l’auto verde riprende a suonare con la rossa e poi smette per ricominciare una volta usciti dall’ultima galleria. Svolgiamo tutti e tre a sinistra verso Ballabio,e siamo sulla vecchia Lecco-Valsassina, faccio presente che il veicolo verde ha continuato a suonare dall’uscita dell’ultima galleria fino a dopo alla rotonda e non ha smesso fino a che la rossa non ha messo la freccia per accostare. A questo punto come la verde le si affianca, ora non so bene cosa si siano detti ma dalla verde provenivano insulti contro il conducente della rossa.

La verde che bloccava la corsia accosta davanti alla rossa e quest’ultima si rimette in carreggiata e va per la sua strada. Io rimango sempre a una certa distanza per evitare collisioni e problemi. Sono rimasto scioccato nel vedere a questo punto la partenza e l’inseguimento dell’auto verde contro la rossa. Parte in sorpasso la verde e inizia volontariamente a cercare di farsi tamponare frenando bruscamente di fronte al veicolo rosso e zizzagando su entrambe le corsie per bloccarli la strada.

Non credo di aver mai assistito a una scena simile. Non è finita…un volta bloccata l’auto rossa, dalla verde scende un ragazzo biondo sul 1.80 m di altezza e si avvicina al finestrino della rossa, che era abbassato. Vedo che fisicamente il conducente della verde infila il braccio all’interno dell’abitacolo della rossa e credo abbia preso il telefonino di uno dei passeggeri, dice qualcosa e poi lo lancia sul cofano della macchina rossa.

Finalmente questa assurda vicende finisce e il conducente della macchina verde riparte e va per la sua strada e dal finestrino del passeggero della rossa spunta una ragazza che recupera il telefono dal cofano. Purtroppo non mi sono fermato a chiedere se stavano bene, ma da quanto ho potuto vedere grazie al cielo è finito tutto senza problemi. Volevo segnalarvi questa persona della panda verde che ha messo a rischio non solo l’altra auto, ma anche tutti i veicoli dietro di lei. Ha bloccato la circolazione della vecchia Lecco-Valsassina!!!!

La violenza è sempre un errore e se fossi stato al posto del conducente della rossa lo avrei denunciato per insulti e tentata aggressione. Bloccare una strada trafficata solo perché lui voleva tirare e non è stato attento alla velocità che era sicuramente più di 110 è arrivato come un pazzo dal nulla e pretendeva di avere ragione e pure di litigare…non ho parole le persone sono sempre più cattive e incivili. Spero di essere di aiuto ad altri automobilisti che si trovano in pericolo per cose così stupide. Segnalate sempre ai carabinieri queste persone, sono un pericolo per tutti e non devono prendere piede. Ho provveduto io stesso a contattare i carabinieri dando il numero di targa in modo da schedulare il conducente come violento”.

Lettera firmata

Print Friendly, PDF & Email

24 settembre 2018 — 11:19 / Attualità
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore