Shopping di sera
Shopping di sera
Shopping di sera

Strip banner rotator

TUTTO CIALDE

AVIS

Lotta al gioco d’azzardo. La minoranza: “Olginate libera da slot e videopoker”

OLGINATE – Arriva dal gruppo di minoranza “Olginate sì cambia” la proposta di modificare il regolamento per le sale giochi al fine di avere un comune “Videopoker free”.

Il gruppo guidato da Riccardo De Capitani ha presentato una mozione dove chiede di modificare gli orari del “Regolamento Comunale per le Sale Giochi e l’installazione di apparecchi da Intrattenimento” passando dalle attuali 13 ore di esercizio, da regolamento possono essere accese dalle 11 alle 24, alle 8 ore con orari 9-12 e 18-23, mentre dalle ore 12 alle ore 18 dovranno essere completamente spente: “La scelta di questo orario è scaturita dall’intenzione di proteggere le fasce più fragili della cittadinanza (giovani e anziani), perché si presta particolare attenzione agli orari di entrata e uscita dalle scuole e alle fasce orarie di tempo libero” hanno spiegato dal gruppo di minoranza.

Olginate si cambia. Da sinistra, Rosa Amati, Andrea Secchi, Selene Ratti e Riccardo De Capitani

 

“Chiediamo poi di incentivare i commercianti che rimuovono definitivamente le Slot dalle loro attività o che decidono di non installarle, con uno speciale sconto sulle tasse comunali come Imu e Tari. Viceversa di inasprire le stesse tasse per i commercianti che decideranno di tenerle o di nuova installazione. Infine chiediamo  di attivare una campagna di sensibilizzazione ed informazione rivolta agli esercenti e a tutti i cittadini, con particolare attenzione ai ragazzi, promuovendo le iniziative anche sul sito web del comune e alla realizzazione di loghi adesivi da applicare in zone visibili per le attività commerciali ‘No Slot'”.

Olginate non ha sale slot Vlt nel suo territorio (le Videolottery, o Vlt, sono apparecchi che accettano anche banconote, sono presenti in locali dedicati e consentono giocate e vincite più alte rispetto alle Awp); tuttavia il paese conta 34 Awp, chiamate anche “New Slot”, apparecchi elettronici che accettano solo monete e sono presenti anche in bar e tabaccherie: “Secondo i dati estrapolati dal sito lab.gedidigital.it il quale ha come Fonte dei dati Aams (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli), sul territorio di Olginate si spendono 646 euro pro-capite l’anno per un totale di 4.522.000 euro solo nelle slot. ‘Olginate sì cambia’ ha l’obiettivo di arrivare a essere un comune totalmente libero da Slot anche per tutelare i cittadini maggiormente vulnerabili”.

 

Print Friendly, PDF & Email

9 luglio 2018 — 12:47 / Attualità, Olginatese
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore