Shopping di sera
Shopping di sera
Shopping di sera

Strip banner rotator

TUTTO CIALDE

AVIS

Oggi un nuovo sciopero dei treni: dalle 9 alle 17 possibili disagi

LECCO – Nuovi disagi in vista oggi per i pendolari dei treni: dalle ore 9  alle ore 17 di oggi è stato proclamato uno sciopero che interessa il servizio ferroviario in Lombardia.

Pertanto, fanno sapere da Trenord, la circolazione dei treni potrà subire variazioni.

“Si precisa che le fasce orarie di garanzia non sono interessate dallo sciopero – rassicurano dall’azienda di trasporti – Viaggeranno i treni con partenza entro le ore 9 e arrivo a destinazione finale entro le ore 10. Dalle ore 17 la circolazione riprenderà gradualmente”.

Per maggiori informazioni e per conoscere l’andamento in tempo reale della circolazione dei treni, si inviata a consultare le pagine di ogni linea, sia sul sito internet che sulla App di Trenord.

Ad indire la mobilitazione è il sindacato Orsa: “Trenord intende continuare a non rispettare il Contratto Collettivo Nazionale, il Contratto Aziendale, gli accordi sottoscritti dal 2015 e neanche pianificare un sufficiente piano di inserimenti lavorativi in grado di assicurare la regolarità del servizio – spiegano dal sindacato – Per rispettare queste cose non serve un calendario, non serve uno sciopero. Serve rispettarli, nient’altro”.

Non rispettando gli accordi sottoscritti, spiegano dall’Orsa Ferrovie, “i turni contengono servizi sino a 10 ore di lavoro, inoltre non viene rispettato il riposo minimo giornaliero e inserita la pausa per il pasto. In gestione al personale vengono comandati servizi che non rispettano la sede di lavoro ed il Dlgs 66/2003”.

Lacune anche nel piano assunzioni.  “Ad oggi – scrive il sindacato –  mancano 150 Macchinisti e 100 Capi Treno, gli straordinari superano ampiamente il limite contrattuale delle 80 ore trimestrali e 250 annuali. In un periodo in cui il principale problema del Paese è l’occupazione giovanile non è ammissibile che Trenord -una delle principali aziende pubbliche- operi con un così pesante sotto organico che è la principale causa delle numerose soppressioni giornaliere. Le insufficienti assunzioni sono effettuate con modalità che violano le norme contrattuali.

Print Friendly, PDF & Email

20 marzo 2018 — 17:22 / Attualità
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore