Strip banner rotator

INVERNIZZI

Adsense

Rifiuti: cambio giorno per la carta e nuovi operatori per la raccolta

di A.B.

LECCO – Il buongiorno si vede dal pattume, meno ce n’è sulle strade e meglio è andato il giro di raccolta. Ormai si respira una certa ansia in città, temiamo tutti, uscendo di casa, di scorgere il nostro sacco d’immondizia ancora lì sul marciapiede e di doverlo ritirare in casa fino al prossimo giorno utile per poterlo riesporre.

Tanti sbagliano, basta contare le etichette di non conformità attaccate qua dagli incaricati, ma va anche detto che i tempi di raccolta in molte zone del capoluogo si sono allungati e ancora nel primo pomeriggio di oggi, giovedì, in alcune vie di Chiuso e Maggianico, il sacco viola e il bidoncino della carta non erano ancora stati recuperati. Il risultato è che le strade del capoluogo si colorano, e con poca allegria, di pigne violacee e cestini gialli fuori da portoni e cancelli.

“Si commettono ancora degli errori nel mettere il materiale nel sacco viola che deve contenere solo plastica, alluminio e tetrapak – commenta Mauro Colombo, presidente di Silea, società responsabile della raccolta e lo smaltimento dei rifiuti – non raccogliamo i sacchi non conformi perché non possono essere portati ai centri di selezione Con la nuova normativa, entrata in vigore a gennaio, la carta che finisce nei sacchi per la plastica è considerata frazione estranea e rischiamo sanzioni pesantissime. Vengono fatti controlli a campione e se questa frazione dovesse superare il 22% del totale del contenuto dei sacchi controllati, incapperemmo in multe possono toccare anche 150 mila euro. Pensate se questo dovesse accadere, non un solo mese, ma per più mesi. Sarebbero costi di cui Silea non potrebbe farsi carico e che ricadrebbero inevitabilmente sugli utenti”.

Mauro Colombo, SILEA

“Non le abbiamo fatte noi di Silea le norme, e nemmeno il Comune – prosegue Colombo – Presto faremo una nuova campagna di comunicazione, degli spot per avvisare nuovamente la cittadinanza e miglioreremo l’App già esistente, che consente di conoscere nel dettaglio come differenziare i rifiuti; in futuro questa applicazione, su richiesta dell’utente, consentirà di ricevere degli avvisi rispetto ai giorni di raccolta”.

Non è l’unica novità: “Abbiamo chiesto al Comune di Lecco di modificare il calendario, effettuando la raccolta della carta e del viola in giorni differenti” riferisce Colombo. Lo aveva già annunciato l’assessore all’Ambiente, Ezio Venturini, di nuovo c’è che questa nuova modalità di raccolta potrebbe partire  “se sarà possibile, già dalla prossima settimana” fa sapere Colombo. Bisognerà attendere ora le comunicazioni ufficiali da parte del Comune e il nuovo calendario.

Questo evidentemente darà modo agli stessi operatori di lavorare con maggiore efficacia, anziché dover attuare due giri di raccolta quotidiana (tre nei giorni di esposizione del bidone blu del vetro) che costringono oggi a tempi più lunghi nel completare la rimozione dei rifiuti dalle strade, con uomini e mezzi limitati. Colombo su questo non fa trasparire però preoccupazione:

“Silea si occupa con il proprio personale della raccolta per circa 40 mila abitanti in provincia, c’è un’aggregazione di cinque aziende a cui è stato assegnato il servizio che copre tutti i novanta comuni lecchesi, tra loro EcoNord che raccoglie i rifiuti su Lecco. So che quest’ultima ha recentemente provveduto ad assunzioni di ulteriore personale . Dividere i giorni di raccolta di carta e plastica significa venire incontro ai cittadini, per evitare che si faccia confusione e anche agli addetti che devono verificare il contenuto dei sacchi”.

Print Friendly, PDF & Email

18 gennaio 2018 — 18:20 / Attualità, Lecco
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore