Confcommercio contabilità e paghe
Confcommercio contabilità e paghe
Confcommercio contabilità e paghe

Strip banner rotator

IGINIO

Sopralluogo nel nuovo municipio, inizio lavori a fine 2019

L’ingresso su via Marco D’Oggiono

 

LECCO – “L’inizio lavori, indicativamente, è fissato verso la fine del 2019, molto dipenderà dall’esito delle indagini”. Questa la data che l’assessore Gaia Bolognini ha ipotizzato per l’inizio del cantiere del nuovo comune.

Nel tardo pomeriggio di ieri, giovedì, si è svolto un sopralluogo delle struttura che andrà a ospitare il nuovo municipio, quella che fino a pochi anni fa ha ospitato il Politecnico, in via Marco D’Oggiono. Assieme all’assessore Bolognini, c’erano il sindaco Virginio Brivio con l’assessore Corrado Valsecchi e numerosi consiglieri di maggioranza e minoranza, oltre all’architetto Luca Gilardoni, dirigente dell’area patrimonio del Comune di Lecco.

Il comune ha speso circa 5,7 milioni di euro per acquistare lo stabile di oltre 5000 metri quadri, spazi esterni esclusi, da Regione Lombardia. Nel nuovo municipio saranno trasferiti gli uffici amministrativi di via Sassi (dove attualmente si trova la Polizia Locale) e quest’ultimo immobile sarà quindi messo in vendita, mentre Palazzo Bovara resterà come sede istituzionale del comune e ospiterà anche la parte più storica degli archivi comunali.

L’ingresso secondario in via Cairoli

 

“Nello stabile di via Marco D’Oggiono, che ospitava il Politecnico, abbiamo già potuto vedere che è tutto cablato e ci sono gli armadi elettrici. Ci sarà un grosso lavoro riguardante serramentistica e cappotti e poi soprattutto rispetto a tutto quello che serve dal punto di vista dei contenimenti energetici perché questa struttura deve costare il meno possibile nella gestione degli impianti, al contrario di quello che succede oggi a palazzo Bovara – ha spiegato il sindaco Brivio – Dovremo anche razionalizzare gli spazi logistici e avremo dei server che conterranno tutti gli archivi. Penso che la sfida complessiva sarà quella di ubicare gli spazi in maniera consona per chi lavora e per chi accede”.

Un front office più ampio e rinnovato, la parte più riservata dello stabile destinata al settore dei Servizi Sociali, mentre dove c’erano le aule più grandi l’idea è quella di collocare il settore tecnico, edilizia e urbanistica.

Sulla carta il progetto sta prendendo forma, sicuramente si tratta di una sfida molto impegnativa.

GALLERIA FOTOGRAFICA

Print Friendly, PDF & Email

21 settembre 2018 — 07:21 / Attualità, Lecco
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore