F.I.M.A.A. Lecco
F.I.M.A.A. Lecco
F.I.M.A.A. Lecco

Strip banner rotator

INVERNIZZI

TUTTO CIALDE

Promessi Sposi

Torna “Tuba Sotto l’Albero”, sabato 16 in piazza XX Settembre

LECCO – È tempo di “Tuba sotto l’albero”. Sabato 16 dicembre in Piazza XX Settembre angolo Torre Viscontea, alle 17, a Lecco, arriveranno i bassi tuba e gli euphonium del XVI concerto per ottoni gravi più famoso d’Italia.

Una cinquantina di suonatori provenienti dal Nord Italia, ma anche dalla Toscana, dall’Emilia e dalla vicina Svizzera si impegneranno a fare gli auguri ai lecchesi in musica con le tradizionali carole di Natale della tradizione anglosassone ed Europea. Attesi anche i suonatori del Grutica Gruppo Ticinese Corni delle Alpi che porteranno i loro tradizionali strumenti a fiato in legno tipici della tradizione musicale Alpina Ticinese.

Sarà come sempre una festa in musica più che un concerto vero e proprio. Un modo di scambiarsi gli auguri e di rinsaldare la tradizione cristiana del Natale sotto ogni latitudine, visto che i brani vengono dagli States, dall’Inghilterra, dall’Irlanda, dall’Austria, dalla Germania, e da tutti i paesi che, cattolici, anglicani, evangelici, hanno in comune la fede in Cristo.

L’organizzazione, curata dall’Associazione Bethlehem di Lecco e dalla Filarmonica Verdi di Lecco annuncia che il concerto si terrà con ogni tempo, grazie alla collaborazione con il gruppo comunale di Protezione Civile della città di Lecco il quale fornirà, in caso di maltempo, un tendone per gli strumentisti.

A sostenere l’associazione che si occupa di ecumenismo ed evangelizzazione e anche di musica legata alle tradizioni religiose cristiane, diversi partner come la banca della Valsassina di Cremeno, Acel Service e Confcommercio Lecco. Il concerto ha ottenuto il patrocinio del Comune di Lecco che lo ha inserito nel suo programma di festeggiamenti per il Natale.

La manifestazione, che si avvia ormai a diventare maggiorenne dopo le sue prime 16 edizioni, è diventato un punto di riferimento non solo per i musicanti di Lecco e provincia, che suonano questi ottoni gravi, ma anche per tutti i suonatori di questi strumenti che di solito non riescono ad avere una ribalta “solistica”, visto che nel numero di uno-massimo due, fanno parte della sezione ritmico-musicale di varie bande ed orchestre. Il bello di questa manifestazione, però, è che i musicanti delle bande e dei corpi musicali partecipanti saranno seduti accanto a veri e propri maestri d’orchestra, senza distinzione alcuna; infatti il concerto è soprattutto un modo per ritrovarsi tra musicisti e pubblico che ama questi goffi, ma bellissimi ottoni. Il sedicesimo concerto “Tuba sotto l’albero” è reso possibile dalla disponibilità del maestro Mauro Bernasconi, direttore della Filarmonica Verdi, oltre che da tante altre compagini musicali lombarde. Alla fine dello spettacolo i musicisti saranno ospiti dell’associazione nel ristorante tipico lecchese “Al Pontile” da Orestino per promuovere la cultura anche enogastronomica lecchese.

Insomma, è tempo di farsi i Tubauguri anche dall’aiuto di Ltm (lecchese turismo manifestazioni). “Tuba sotto l’Albero” inoltre supporta Telethon nella sua raccolta fondi per la ricerca sulle malattie genetiche rare.

La collaborazione preziosa della parrocchia di San Nicolò, che fornisce la sala prove, completa il quadro natalizio di grande armonia e di volontà di perpetuare quella che è diventata ormai una gioiosa tradizione per la città di Lecco.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

13 dicembre 2017 — 15:04 / Attualità, Lecco
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore