Tutto Cialde
Tutto Cialde
Tutto Cialde

Strip banner rotator

Promessi Sposi

Attraversa il lago a nuoto e rischia di affogare, lo salva un’imbarcazione

di A.B.

Il ponte Kennedy, scenario del fatto accaduto domenica

 

LECCO – Poteva costare cara l’iniziativa di un giovane che domenica ha rischiato di affogare nella acque dinnanzi a Lecco. A palare di quanto accaduto è il conducente della barca che lo ha tratto in salvo e lo fa per lanciare un messaggio. “Ragazzi non fate imprudenze”.

Il protagonista della vicenda, suo malgrado, avrebbe tentato la traversata dalla sponda di Malgrate a quella di Lecco, nel tratto dinnanzi al Ponte Kennedy, nel punto in cui il lago finisce e torna ad essere Adda.

“In quella zona la corrente è sempre molto forte ed è un’area decisamente trafficata dalle imbarcazioni che avrebbero potuto investirlo, non avendo il giovane alcuna boa a segnalare la sua presenza. E’ stata una fortuna che io l’abbia notato” racconta il salvatore, un uomo residente a Olgiate Molgora e appartenente all’Associazione Nazionale Carabinieri, che insieme alla moglie stava transitando con la sua barca.

“La corrente lo ha trasportato dal ponte Nuovo fino al ponte della Ferrovia, non è stato facile raggiungerlo ho rischiato io stesso di urtare con la barca il ponte. Era stremato ma è riuscito ad aggrapparsi alla barca e l’ho rimorchiato fino a riva dove c’erano alcuni suoi amici ad attenderlo”.

Una disavventura che poteva finire in tragedia. “Sarebbe affogato se nessuno fosse intervenuto – prosegue – una volta in salvo ha continuato a ringraziarmi, per fortuna è andata bene, ma vorrei direi a chi leggerà l’articolo di stare molto attenti, quel punto è veramente pericoloso da affrontare a nuoto, evitiamo che possano ripetersi fatti come questo”.

Print Friendly, PDF & Email

9 luglio 2018 — 14:43 / Cronaca, Lecco
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore