F.I.M.A.A. Lecco
F.I.M.A.A. Lecco
F.I.M.A.A. Lecco

Strip banner rotator

INVERNIZZI

TUTTO CIALDE

Promessi Sposi

Grave episodio a Ballabio: “Macché frana, hanno tagliato la rete paramassi”

rete tagliata 2BALLABIO – Altro che frana: “La rete è stata tagliata”. E’ quanto hanno rilevato il geologo e i tecnici del Comune incaricati di far luce su quello che in un primo momento appariva come un nuovo smottamento sulla pista ciclopedonale di Ballabio, ai piedi del monte Due Mani.

Già nella giornata di mercoledì, durante il primo sopralluogo, gli esperti avevano avanzato i propri dubbi sull’episodio e la relazione che ne è seguita li ha confermati. Nessuna traccia di stiramento e strappo o deformazione nella barriera protettiva che sembra essere stata sfondata dalla roccia caduta sulla ciclabile, i ganci di unione della rete apparirebbero infatti “recisi di netto”.

“L’unico ordine, di funi orizzontali, deformato dal masso è il secondo dal basso – si legge nella relazione dello Studio Geologico Tecnico Lecchese, incaricato delle verifiche – ma si mostra allungato senza aver subito lacerazioni o strappi e lo stesso dicasi per il vicino albero di ancoraggio”.

Il masso in questione, seppur spigoloso e dal peso elevato (8 quintali), secondo il geologo Massimo Riva sarebbe partito da “una quota ridotta e da una distanza non rilevante rispetto alla barriera provvisoria” e quindi “non dovrebbe aver avuto energia potenziale elevata e aver raggiunto una velocità rilevante”.

Inoltre non ci sarebbero neppure tracce o segni di cadute dalle pareti superiori e dalle zone interessate dall’evento del febbraio scorso o dalle operazioni di pulizia e disgaggio del febbraio marzo scorsi.

Insomma, il sospetto è che qualcuno abbia tagliato appositamente la rete e fatto rotolare il sasso più a valle; una messa in scena di un evento franoso oppure un mero atto vandalico. Davvero troppo per il sindaco Luigi Pontiggia che venerdì mattina si è recato dai carabinieri di Lecco per sporgere formale denuncia e chiedere che vengano identificati i responsabili.

“E’ un atteggiamento inqualificabile, irresponsabile e deprecabile – ha tuonato il primo cittadino – rimango esterrefatto e gli autori ne pagheranno le conseguenze”.

Sulla ciclabile è da tempo in atto uno scontro politico al Palazzo comunale, in particolare dopo l’ultimo evento franoso. In Comune c’è chi ha puntato il dito sulla pericolosità dell’opera, mentre il sindaco difende la scelta di tenere aperta la ciclabile e attacca gli ignoti vandali. “Sui responsabili ho qualche sospetto – ha proseguito Pontiggia – ma per ora lo tengo per me”. L’amministrazione comunale ha fatto sapere che la barriera  verrà  immediatamente  ripristinata e  che la pista ciclopedonale rimane transitabile.

rete taglia

Print Friendly, PDF & Email

24 aprile 2014 — 14:43 / Cronaca, Valsassina
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore