Job Turismo Lecco
Job Turismo Lecco
Job Turismo Lecco

Strip banner rotator

INVERNIZZI

Promessi Sposi

MOSTRA GIORGIO

Lutto a Barzio. E’ morto Luigi Grassi: colonna del Soccorso Alpino in Valsassina

Luigi Grassi in una foto di gioventù

BARZIO – Si è spento la scorsa notte all’età di 81 anni Luigi Grassi (classe 1936) pilastro per moltissimi anni di quella che fu la Stazione del Soccorso Alpino di Barzio poi aggregata nel 1993 con quelle di Premana e Dervio dando vita all’attuale Stazione Valsassina e Valvarrone.

Lecchese di nascita, città nella quale prestò servizio in qualità di volontario del Soccorso Alpino, si trasferì in Valsassina in occasione delle nozze dove proseguì con grandissima passione l’impegno come volontario nel Soccorso Alpino nell’allora Stazione di Barzio, prestando servizio per moltissimi anni anche sulle piste da sci dei Piani di Bobbio.
Uomo di montagna nel cuore e nell’anima Luigi Grassi fu anche consigliere dell’allora neonata Sottosezione Cai di Barzio fondata agli inizi del 1979 e presieduta da Oreste Ruffinoni.

Buon arrampicatore, insieme all’amico “Gnaro” Minonzio, “allevò” molti giovani divenuti con gli anni grandi alpinisti tra i quali ricordiamo Rino Costadoni e Fabio Pozzoni.

Persona amata e ben voluta da tutti, Luigi Grassi ha dato tanto al suo paese d’adozione e alla sua valle e ancor prima alla grande famiglia del Soccorso Alpino che oggi, commossa, lo ricorda con profonda dolore.

Luigi Grassi, da sinistra il terzo accosciato

 

Un aneddoto tra i tanti che ne delinea la sua personalità e il suo orgoglio di essere del Soccorso Alpino, fu quando malato e costretto su una sedia a rotelle, si presentò dal medico e anziché consegnare referti e radiografie consegnò le foto dei bei tempi passati aggiungendo, rigorosamente in dialetto: “Questo sono io!”.

Domani, martedì, ai funerali che si celebreranno alle 14.30 nella chiesa parrocchiale di Barzio, insieme ai tre figli, ai parenti e ai numerosi amici e conoscenti ci saranno i volontari del Soccorso Alpino per dare l’ultimo saluto ad una delle colonne di quella che fu la Stazione di Barzio.

Luigi Grassi, il secondo da sinistra con la maglietta bianca

 

Print Friendly, PDF & Email

9 aprile 2018 — 18:34 / Cronaca, Valsassina
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore