Tutto Cialde
Tutto Cialde
Tutto Cialde

Strip banner rotator

Promessi Sposi

Lutto. Il ricordo di Mario Bodega: “Nonostante la timidezza era propositivo e curioso”

LECCO – Il tratto distintivo era sicuramente il suo sorriso, lo ricordano in tanti Mario Bodega. Il San Martino era diventato la sua seconda casa: non c’era giorno che non salisse a fare due passi. “Aveva un carattere timido – ricordano i nipoti – ma allo stesso tempo era aperto: gli piaceva molto parlare con le persone”.

E’ morto ieri, giovedì, proprio mentre stava salendo sul “suo” San Martino a causa di un malore. 77 anni, secondo di quattro fratelli (Antonio, Maria Luigia e Dionigi),  aveva lavorato per una vita come impiegato alla Sae prima di andare in pensione: “Proprio il suo lavoro lo ha portato parecchio tempo all’estero. Non si è mai sposato e ha sempre vissuto con la madre nella sua casa di Olate. E’ sempre stato molto legato alla sua famiglia, ha curato sua mamma fino alla fine e aveva un ottimo rapporto anche con noi nipoti”.

Mario Bodega

 

Mario Bodega leggeva tantissimo: “Non aveva potuto farlo da piccolo perciò, crescendo, ha coltivato questa sua grande passione. Era gelosissimo dei suoi libri, non li prestava nemmeno a noi anche se spesso ci dava suggerimenti e consigli”.

Era impossibile non incrociarlo quando si andava al San Martino e non faceva mai mancare il suo saluto a nessuno: “Negli ultimi anni si era appassionato alla montagna, però non aveva la patente e questo lo ha spinto a frequentare le cime che riusciva a raggiungere a piedi. Una volta ricordo che eravamo nella zona del lago di Garda e guardando fuori dal finestrino disse  ‘Chissà quante montagne ci sono da vedere anche qui’. Andava praticamente tutti i giorni al San Martino e sappiamo che aveva parecchi amici”.

“Nonostante la sua timidezza era una persona propositiva e aveva una mentalità aperta, era il fratello che più si distingueva dagli altri. Curioso, aveva voglia di conoscere ed era contento quando riusciva a condividere con qualcuno ciò che leggeva. E poi amava l’inglese, gli piaceva tantissimo parlarlo e, proprio pochi giorni fa, ci aveva raccontato di aver incontrato una signora straniera alla fermata del bus e di essere riuscito a scambiare qualche parole, era molto felice”.

Mario Bodega lascia i fratelli Antonio, Maria Luigia e Dionigi e i nipoti Daniela, Silvia, Paolo, Luigi e Daniele. I funerali saranno celebrati domani, sabato 20 ottobre, nella chiesa parrocchiale di Olate alle ore 10.45.

“Un saluto dal gruppo ‘Noi Sempre in San Martino’ “ il messaggio di cordoglio che hanno voluto tributargli gli amici anche a nome dei tanti escursionisti che, almeno una volta, hanno incrociato il suo sorriso sul sentiero.

Print Friendly, PDF & Email

19 ottobre 2018 — 16:28 / Cronaca, Lecco
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore