Confcommercio Paghe Contabilità
Confcommercio Paghe Contabilità
Confcommercio Paghe Contabilità

Strip banner rotator

Promessi Sposi

Lario Bergauto

Tre residenti di via Cairoli multati: “Da dove è spuntato quel cartello?”

LECCO – Una vera e propria beffa per alcuni residenti di via Cairoli che si sono visti appioppare una multa per divieto di sosta dopo aver lasciato l’auto nei parcheggi gialli che, almeno fino a poco tempo fa, era riservati ai residenti che pagano il contrassegno.

Il cartello incriminato che vieta il parcheggio ai residenti nelle ore diurne

 

Lì per lì i multati, che abitano a pochi metri, sono letteralmente caduti dalle nuvole: “Francamente non abbiamo capito il perché della contravvenzione poi, guardandoci meglio intorno, abbiamo notato una ‘novità’ – ci dicono i residenti -. Proprio sotto a un balcone, nascosto da un altro cartello più grande che si trova qualche metro prima, abbiamo visto che era stato apposto un nuovo cartello, non sappiamo precisamente quando, che indica la sosta consentita per carico e scarico i giorni feriali dalle 8 alle 19, mentre i cittadini muniti di contrassegno posso sostare dalle 19 alle 8 e tutto il giorno nei festivi”.

Il nuovo cartello (cerchiato in rosso) messo in una posizione poco visibile

 

Nulla da dire sulla correttezza della sanzione: “Quello che contestiamo è il modo: nessuno di noi si è accorto di quel cartello, abbiamo parcheggiato lì in buona fede come abbiamo sempre fatto. E’ vero che non è un obbligo, ma il comune avrebbe potuto almeno avvisarci del cambiamento di regole. Così sembra proprio di voler fare cassa sulla pelle dei cittadini, senza dimenticare che paghiamo già circa 120 euro all’anno per il contrassegno”.

Le auto multate in via Cairoli

 

Il problema parcheggi tra via Cairoli e via Cattaneo però è più profondo: “La situazione è sempre peggio – ci dicono – in via Cairoli ci sono sempre meno posti riservati ai residenti e spesso sono occupati da chi il contrassegno nemmeno lo possiede. E non va meglio nemmeno in via Cattaneo o via Marco D’Oggiono. Se analizziamo la situazione di via Cairoli i primi 5/6 stalli sono riservati ai mezzi delle Poste che però non sono mai completamente pieni; adesso hanno tolto altri tre spazi durante le ore diurne per il carico e scarico, ci chiediamo se ce ne fosse proprio bisogno. Il comune dovrebbe avere più attenzione verso i cittadini e forse qualche posto in più lo si potrebbe recuperare. Inoltre auspichiamo maggiori controlli anche nei confronti di chi parcheggia ed è privo di contrassegno… anche perché, se andiamo avanti così, la macchina ce la dobbiamo portare in casa”.

I parcheggi riservati ai mezzi delle Poste: visto che non sono mai completamente pieni i residenti chiedono se non è possibile recuperare qualche posto auto

 

I cittadini di via Cairoli hanno già pagato la contravvenzione, ma c’è molto malumore per la situazione parcheggi.

 

Print Friendly, PDF & Email

12 settembre 2018 — 17:44 / Cronaca, Lecco
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore