FIMAA Lecco
FIMAA Lecco
FIMAA Lecco

Strip banner rotator

Arriva Fornitore Offresi. Belgeri: “Dieci anni di traguardi e successi”

LECCO – Valorizzare le imprese che si occupano di subfornitura nel settore metalmeccanico, sviluppare il loro giro d’affari, promuovere le loro competenze, favorire la nascita di relazioni aggregative tra imprese: sono questi gli obiettivi principali di Fornitore Offresi, la fiera della subfornitura promossa dalla Camera di Commercio e dal Distretto Metalmeccanico Lecchese, che nel 2018 compie 10 anni.

L’edizione di quest’anno è in programma dal 15 al 17 febbraio presso il centro espositivo di Lariofiere a Erba con i seguenti orari: giovedì 15 e venerdì 16 dalle 10 alle 18, sabato 17 dalle 9 alle 17.

Angelo Belgeri

“Per la realizzazione della fiera Fornitore Offresi 2018 i motori sono stati accesi l’estate scorsa – racconta Angelo Belgeri, storico espositore e da sempre sostenitore di Fornitore Offresi e vicepresidente di Confcommercio Lecco – Il dibattito e il confronto che animano il tavolo del Distretto metalmeccanico e Lariofiere per la preparazione indicano che, sebbene il format della fiera sia consolidato, molto c’è ancora da fare nella cura dei dettagli e nella “vision” territoriale. Dieci anni fa si è partiti con l’obiettivo di realizzare una fiera che valorizzasse la subfornitura del nostro distretto e di creare un evento per conoscere nuovi fornitori e per incontrare nuovi clienti”.

L’occasione della decima edizione offre lo spunto per guardarsi indietro: “Alla vigilia della prima fiera, tra gli organizzatori l’atmosfera era particolarmente carica di aspettative considerati gli sforzi e gli importanti risultati raggiunti: 181 aziende partecipanti ed il coinvolgimento di enti ed associazioni di categoria”.

“Ricordo – prosegue Belgeri – quando Paolo Bricco sul Sole 24 Ore scriveva ‘Giri per gli stand della prima fiera della subfornitura e fra imprenditori in giacca a vento e tristi piattini colmi di caramelle da supermercato che chissà perché ti fanno pensare alla crisi di questi mesi’. Il tavolo del Distretto metalmeccanico in questi 10 anni ha realizzato molte iniziative che hanno arricchito, valorizzato e migliorato la fiera, ma ha anche saputo coinvolgere altri enti e allargare l’interesse e le potenzialità della fiera”.

Ormai consolidata la presenza di delegazioni e di imprenditori stranieri, così come quella di visitatori qualificati. Senza dimenticare il progetto MDS – Metal District Skills, il fuori salone, il Premio Innovazione, il coinvolgimento di CNR e Politecnico. Oggi la fiera si svolge su 3 giorni, all’inizio su 2, gli espositori sono oltre 360 ed i visitatori l’anno scorso sono stati oltre 8.000. “Traguardi e successi che portano… a obiettivi più alti: gli stimoli e il senso di responsabilità non mancano”.

“In tutti questi anni ho visitato gli stand e ho incontrato moltissimi espositori. E’ vero che la fiera è cresciuta moltissimo anche nella comunicazione “visual”, ma ho trovato un elemento che non è mai cambiato, un elemento che ha caratterizzato fortemente la prima edizione, tutte le successive e sicuramente anche questa: la passione – dice Belgeri – La subfornitura presente in fiera produce pezzi meccanici. Il mio personale invito è di andare a scoprire la passione di chi li produce quei pezzi meccanici. Solo così si ha la possibilità di conoscere imprenditori e collaboratori profondamente appassionati del loro lavoro. La loro passione, la loro forza e la loro vitalità sono la forza del nostro distretto metalmeccanico ed essere al loro servizio vuol dire farsi interpreti per offrirgli uno spazio comunicativo adeguato”.

Infine conclude: “Voglio dire grazie agli espositori, ai visitatori, al tavolo di lavoro, alle persone che hanno avuto il grande merito di aver fatto partire il tutto e a quelle che si sono prese sulle spalle l’iniziativa lavorando con grande attenzione e senso di responsabilità anche lontano dai riflettori”.

Print Friendly, PDF & Email

13 febbraio 2018 — 12:32 / Economia
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore