Confcommercio Paghe Contabilità
Confcommercio Paghe Contabilità
Confcommercio Paghe Contabilità

Strip banner rotator

Lario Bergauto

AVIS

Casa. Lecco a metà nella classifica lombarda tra le città più care

LECCO – Una situazione di sostanziale stabilità, soprattutto per il settore delle vendite, reduce da un anno in perdita: questa l’analisi di questi primi tre mesi del 2018 sul mercato immobiliare diffusa da Immobiliare.it e che analizza l’andamento di ogni provincia lombardia, sia per quanto riguarda le compravendite che i canoni d’affitto.

L’oscillazione per quanto riguarda i prezzi medi degli immobili in vendita si ferma al punto di pareggio, mentre il mercato delle locazioni guadagna uno 0,5% a livello regionale nel primo trimestre dell’anno.

Il prezzo medio richiesto da chi vende un’abitazione in Lombardia, a marzo 2018, è stato pari a 1.986 euro al metro quadro, poco più di quanto viene chiesto in media in Italia (1.895 euro/mq). Sul fronte affitti invece la distanza con la media italiana aumenta: i canoni della regione sono di 11,07 euro/mq e contro gli 8,61 richiesti in media a livello nazionale.

Tornando all’andamento dei prezzi nel corso dei mesi e puntando la lente sulle città lombarde, si scopre come 9 su 12 capoluoghi aprano il nuovo anno con valori delle compravendite ancora in negativo. Bene invece Milano, Varese e Sondrio: quest’ultima città in particolare registra nel primo trimestre del 2018 un incoraggiante +1,9% nei prezzi delle case in vendita. Milano, Como e Monza, invece, si aggiudicano il podio delle più care, tutte sopra i 2.000 euro al mq. Il capoluogo più economico in cui comprare casa in regione è Cremona, che con i suoi 1.161 euro al mq si posiziona del 42% sotto la media regionale. Lecco (con 1976 euro/mq) è a metà della ‘classifica’ della città più care , pur con un valore in calo (-2,3%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

COMPRAVENDITE E PREZZI AL MQ

In Lombardia sono in leggera ripresa la situazione delle locazioni (+0,5% a marzo 2018). A differenza del mercato delle compravendite, in questo settore di mercato sono solo quattro i capoluoghi che aprono l’anno con segno negativo: si tratta di Varese, Sondrio, Mantova e Como; quest’ultima è anche la città a registrare la perdita maggiore (-2,6%).

Considerevole invece l’aumento dei valori delle locazioni a Monza (+1,7%) subito seguita da Cremona, Bergamo e Pavia, i cui incrementi nei prezzi superano il punto percentuale, così come Lecco (+1,23%) con un prezzo medio di 8,43 euro al metro quadro.

Come per le compravendite anche per le locazioni Cremona è la più economica, con un prezzo al mq di 6,27 euro. Oltre che a Milano, dove si registrano prezzi da record (16,33 euro al mq), l’altra città lombarda in cui costa caro affittare una casa è Como, dove per un bilocale di 65 mq servono in media 649 euro.

AFFITTI E PREZZI AL MQ

Print Friendly, PDF & Email

24 aprile 2018 — 10:18 / Economia
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore