Strip banner rotator

INVERNIZZI

Adsense

Liberi e Uguali: ecco i candidati lecchesi per le elezioni regionali

LECCO – Annunciati a sinistra i candidati per le prossime elezioni regionali: Liberi e Uguali, il movimento guidato da Pietro Grasso, propone nel lecchese il giovane operatore sociale Emanuele Manzoni di Garlate , la delegata sindacale Silvia Brianti di Mandello, Federico Amaretti consigliere comunale di Valmadrera, Vanda Bono insegnante del liceo scientifico di Lecco.

Due di loro, Vanda Bono ed Emanuele Manzoni, si presenteranno questo giovedì nell’incontro pubblico organizzato nella sede del partito in piazza V. Veneto a Calolzio, alle 19.30.  Liberi e Uguali deve raccogliere 26 mila firme in Lombardia per partecipare al voto.

“Siamo entrati nel vivo di questa campagna elettorale e tutto pare girare attorno al cosiddetto “voto utile” allo scopo di guadagnare voti liberamente orientati verso altre forze politiche anziché sui programmi seri e non farlocchi – spiegano dal Movimento – Una vera e propria frode quella di chi è impegnato in una vergognosa caccia ai nostri voti facendo leva sull’argomento del voto utile, utilizzando oltre ogni decenza i giornali, le televisioni e tutti i media per cancellarci dal dibattito pubblico”.

“Noi diversamente e alternativamente lavoriamo con grande determinazione e grande entusiasmo di chi non si rassegna e vuole cambiare – prosegue la nota diffusa dalla sede lecchese del partito – Il problema è tutto politico. Serve una discontinuità alle politiche portate avanti in Lombardia. Altro che “fare meglio” in continuità a quello che è stato fatto, come dice Gori. Serve diversamente un’inversione generale delle politiche che hanno privatizzato la sanità, che hanno finanziato la scuola privata a discapito di quella pubblica, che hanno rapinato il territorio con grandi opere inutili o incompiute, non fanno nulla per eliminare le vetuste testate nucleari della Nato presenti in Lombardia, non fanno nulla contro le delocalizzazioni industriali e il lavoro vero …. e potremmo continuare, non con la lista della spesa, ma con problemi insoluti che angosciano il vivere quotidiano”.

Print Friendly, PDF & Email

15 gennaio 2018 — 10:17 / Politica
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore