Confcommercio contabilità e paghe
Confcommercio contabilità e paghe
Confcommercio contabilità e paghe

Strip banner rotator

IGINIO

Basket serie B. Gimar Lecco sconfitta all’esordio casalingo

di Matteo Mastragostino

LECCO – La nuova era Paternoster inizia con un’inaspettata sconfitta contro la neopromossa Rucker San Vendemiano. La Gimar paga a carissimo prezzo il 34% complessivo al tiro e la poca solidità sotto ai tabelloni, con quasi dieci rimbalzi in meno dei diretti avversari.

Il primo quintetto stagionale non riserva particolari sorprese. Teghini e Di Prampero come guardie, Cacace e Caceres ali, in mezzo Brunetti. L’inizio gara vede Micheal Teghini creare e Caceres punire, per un rapido 5-0. San Vendemiano però non si scompone e resiste alla spallata del play triestino – quattro punti e due assist nel 9-6 iniziale – e per coach Antonio Paternoster arriva il primo problema, col precoce secondo fallo di Alberto Cacace.
La Gimar mantiene il vantaggio e chiude il primo quarto sul punteggio di 16-12, ma, nella seconda frazione, con Micheal Teghini in panca la squadra si smarrisce. I lariani non segnano per i primi quattro minuti e subiscono un repentino parziale di otto punti consecutivi (16-20), concluso con un ingenuo terzo fallo di Cacace. Coach Paternoster ferma la partita e rivoluziona il quintetto, ributtando dentro il playmaker triestino, che lo ripaga con una tripla e con una migliore gestione dei tempi di gioco, consentendo alla Gimar di tornare avanti (28-25) e accendendo la miccia al bomber Federico Di Prampero.
San Vendemiano conferma di non essere venuta a Lecco in gita rispondendo colpo su colpo e impattando a quota trentadue. Paternoster rischia l’inserimento di Cacace nell’ultima azione offensiva ma la mossa si rivela infelice, con gli arbitri appioppano al ligure un quantomeno dubbio quarto fallo.

La ripresa inizia in perfetta parità (32-32) e la Gimar si presenta col quintetto iniziale, Cacace incluso. La partita del ligure finirà dopo meno di tre minuti – quinto fallo, dentro Mattia Molteni – con San Vendemiano che prende gas con due triple consecutive (34-41) e arriva più volte a sfiorare la doppia cifra di vantaggio. La Gimar riparte con due bei movimenti di Luca Rattalino – al posto di un innervosito Caceres – ma il canestro di Mossi fissa il 41-47 a fine terzo quarto.

Nell’ultima frazione Di Prampero – miglior marcatore lecchese a quota sedici – prova a trascinare la Gimar, ma la Rucker non lascia mai avvicinare i lecchesi. Negli ultimi cinque minuti la partita diventa confusa, con errori banali da parte di entrambe le fazioni. Una tripla di Perin e una penetrazione del’erbese Giacomo Bloise spediscono la Gimar al meno dieci (52-62) con poco più di due minuti da giocare, un divario troppo alto per pensare a una rimonta.
La neopromossa Rucker Sanve espugna il Bione col punteggio di 60-65.

GIMAR LECCO – RUCKER SAN VENDEMIANO 60-65
Parziali:16-12, 32-30, 41-47, 60-65
LECCO:Brunetti 7, Di Prampero 16, Teghini 15, Myers 3, Caceres 4, Rattalino 6, Ghirlandi 6, Cacace 2, Molteni M. 7, Favalessa, Lomasto ne, Ratti ne. All. Paternoster
SAN VENDEMIANO: Bloise 11, Mossi M. 11, Perin 17, Vedovato 2, Battistuzzi, Bartoli S. 0, Malbasa 24, Rossetto, Durante ne, De Santi ne, Oyeh ne, Lurini ne. All. Mian

Print Friendly, PDF & Email

8 ottobre 2018 — 08:08 / Lecco, Sport
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore