Tutto Cialde
Tutto Cialde
Tutto Cialde

Strip banner rotator

Confindustria

Avis

Bene i lecchesi nel cross a Trieste. Maratona sfortunata per Bona a Ravenna

di Sandro Marongiu

TRIESTE – Parte la stagione dei cross con le gare della “Carsolina Cross” a Sgonico (Trieste), gare indicative per la composizione della formazione azzurra che il 9 dicembre a Tilburg in Olanda disputerà i campionati Europei.

Buon inizio per il finanziere di Brivio Ahmed El Mazoury che, dopo aver mosso i primi passi nella Virtus Calco seguito da Oscar Colombo, è approdato all’Atl. Lecco Colombo Costruzioni (seguito sempre dallo stesso tecnico) e poi al Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle. Nel 2011, a 21 anni, Ahmed conquistò la medaglia d’argento ai campionati europei di Ostrava tra gli Under 23 correndo i 10000m in 28’46” 97 ora, dopo essere stato dismesso dal centro sportivo delle Fiamme Gialle, continua la sua attività con la maglia dell’Atl. Casone Noceto sotto la guida di Giorgio Rondelli.

Ahmed El Mazoury in azione

 

Quest’anno ha vinto il titolo italiano di mezza maratona a Foligno, il 21 ottobre scorso, correndo in 1h04’03” e a Sgonico si è messo in luce col 2° posto al termine dei  9 Km corsi in 27’48”, a soli 4” dal vincitore Nekagenet Crippa fratello maggiore del campione Europeo di cross Yemaneberhan Crippa.

Nelle prime posizioni anche l’aviere di Pasturo Michele Fontana che l’anno scorso aveva vestito la maglia azzurra proprio in occasione degli europei di cross. Sesto posto in 28’23” per il valsassinese classe 1991 nato nelle file del Cortenova e approdato all’Atl. Lecco e poi Centro Sportivo Aeronautica Militare che è stato seguito per tanti anni dal tecnico Sandro Marongiu. Oggi è allenato da Andrea Bello dopo il trasferimento nel Biellese dove convive con la compagna Valeria Roffino, anche lei atleta azzurra.

Per Fontana un piazzamento che al momento non permette di sognare di nuovo la maglia azzurra ma sicuramente ci sarà un’ulteriore chance tra due settimane in quel di Osimo dove, al Cross della Valmusone, ci sarà la seconda e ultima gara indicativa per i campionati europei. Campionati a cui quasi sicuramente parteciperà la compagna Valeria Roffino capace di classificarsi al 2° posto con la maglia delle Fiamme Azzurre nella gara vinta dalla compagna di club, Nadia Battocletti in 25’29”, nove secondi in meno della biellese sufficienti per tagliare vittoriosa la gara dopo 7 Km di gara.

Per l’Atl Lecco Colombo Costruzioni era presente Ilaria Dal Magro che chiude al 15° posto in 28’06”, ancora i giallo blu in classifica con la Juniores Francesca Annoni che chiude in 13’44” i 4 Km riservati alle Allieve/Juniores e ottiene il 18° posto.

A Ravenna i campionati italiani di maratona

Campionati italiani di maratona con 1592 atleti al traguardo. Davanti, come consuetudine acquisita nelle corse di fondo e mezzofondo, gli atleti africani a dettar legge, Kenia ed Etiopia senza rivali con Wilfred Murgor a vincere la gara in 2h12’36 per il Kenia seguito dal connazionale Kipkemboi Limo Silah in 2h13’05” e dall’etiope Wendemu Tigu Sefe in 2h15’14”.

Il podio della maratona di Ravenna

 

Grandissima delusione per il lecchese d’adozione (dopo il matrimonio con Maria Righetti) Francesco Bona vittima di una crisi sul finale di gara. Il rappresentante dell’Aeronautica Militare dopo aver tenuto un buon ritmo (1h07’46” a metà gara) e aver viaggiato con oltre due minuti di vantaggio sugli avversari per il titolo italiano, va in crisi negli ultimi chilometri di gara permettendo a Alessio Terrasi del Gp Parco Alpi Apuane di recuperare oltre 30” nei due km finali e di superare l’aviere a pochi metri dal traguardo, 2h19’14” il tempo del neo campione italiano contro il 2h19’28” di Francesco che chiude al passo la sua fatica.

Print Friendly, PDF & Email

13 novembre 2018 — 09:05 / Lecco, Sport
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore