Tutto Cialde
Tutto Cialde
Tutto Cialde

Strip banner rotator

Confindustria

Avis

Campionati Europei di Atletica. Simone Cairoli 10° nel Decathlon

di Sandro Marongiu - Foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

 

BERLINO – Già esserci era motivo di orgoglio ma Simone Cairoli non si è accontento della sola partecipazione ai Campionati Europei di atletica che si stanno svolgendo a Berlino.

Il rappresentante dell’Atletica Lecco Colombo Costruzioni, allenato da Andrea Calandrina, ha vestito la maglia Azzurra nel Decathlon, specialità in cui non basta essere forti in una singola disciplina ma bisogna essere in grado di destreggiarsi nell’intero ambito dell’atletica: corse, lanci, salti, ostacoli… Insomma un vero superman.

Quella di Cairoli è stata una preparazione finalizzata ai campionati, sacrificando ferie e riposi in quanto a differenza della maggior parte dei compagni di squadra che fanno parte dei corpi militari, Simone lavora in un punto vendita della catena di negozi sportivi Decathlon, un segno del destino? Chissà, ma il 10° posto conquistato agli europei è davvero un grande risultato.

Cairoli è partito col piede giusto nei 100 m con 10”94 andando non lontano dal suo personale di 10”74. Nel salto in lungo fa cadere il suo precedente primato personale portandolo a 7,49 m. Terza gara in programma il getto del peso dove ottiene un 13,25m a soli 2cm dal personale. Cairoli è super anche nel salto in alto con 2,05 m a soli 2cm dal personale. La prima giornata si conclude col personale sui 400m aggiornato a 48”77 e con 6° posto parziale dopo cinque gare a 4210 punti, col sogno di poter finalmente infrangere la barriera degli 8000 punti.

Nella seconda giornata inizia subito col regalare grosse soddisfazioni, 14”66 sui 110hs a soli 2 centesimi dal suo primato, poi Cairoli cede qualche posizione dopo il lancio del disco ottenendo un 35,30 m. Ma la forza del vero decatleta è quella di non arrendersi mai, di saper lottare a ogni singola prova e già nella gara successiva del salto con l’asta Cairoli scarica tutta la rabbia accumulata nel disco, 4,60m e nuovo primato personale a cui fa seguire ancora un personale anche nel lancio del giavellotto con 59,62m. Ultima gara quella che per il decatleta rappresenta forse la fatica più immensa, i 1500m che Simone memore del suo trascorso atletico giovanile in cui partecipava alle campestri del trofeo Lanfritto Maggioni, non pesa più di tanto e con 4’28”30 risale posizioni importanti in classifica fino a a conquistare il 10° posto assoluto con 7949 punti: nuovo primato personale, record provinciale Assoluto e 4^ miglior prestazione di sempre in Italia. Non male per un atleta che deve sacrificare il suo tempo libero per allenarsi dopo aver trascorso la giornata a lavorare.

“E’ stata un’esperienza fantastica, devo ringraziare il mio allenatore Andrea Calandrina per avermi portato al top della condizione al momento giusto. Aveva programmato tutta la stagione ma a causa di alcuni piccoli infortuni non ero riuscito a seguire correttamente il programma. E’ stato solo un contrattempo visto che alla fine il risultato è arrivato nell’occasione che conta. Certo lavorare ed allenarsi è un po’ limitativo per un impegno massimale come nelle prove multiple ma grazie a questo risultato e all’interesse per la disciplina che ultimamente sembra essersi riacceso, sto avendo tante conoscenze importanti e non è detto che il futuro non mi riservi qualche altra soddisfazione, magari riuscendo ad entrare in qualche corpo militare per poter fare l’atleta semiprofessionista”.

Quindi prosegue: “Sarei dovuto ritornare a casa già oggi ma ho chiesto alla Federazione di poter restare qualche giorno in più, sto conoscendo tante persone e i complimenti che mi stanno facendo tutti mi ripagano di tanti sacrifici e rinunce. Tra i miei prossimi obiettivi ci sono a settembre i campionati italiani Assoluti, li partirò e dopo le prime gare vedrò se proseguire sino al termine. La stagione è stata lunga e dieci gare in due giorni non sono una sciocchezza. Un ringraziamento alla mia società l’Atletica Lecco Colombo Costruzioni che mi ha supportato in tutti questi anni, alla Decathlon dove lavoro che mi da tranquillità per potermi allenare e a tutti i tifosi che mi hanno sommerso di messaggi dopo la due giorni berlinese”.

Print Friendly, PDF & Email

10 agosto 2018 — 15:42 / Lecco, Sport
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore